Sei in Archivio

SALSO

Un drone sorvola l'antico castello per svelare i misteri di Scipione

Utilizzato anche un georadar per verificare cosa vi sia sotto il livello del suolo

13 aprile 2014, 18:13

Un drone sorvola l'antico castello per svelare i misteri di Scipione

Dopo il successo del debutto, «Mistero in festival» ha vissuto ieri un’altra giornata all’insegna del tutto esaurito all’interno delle mura del castello di Scipione dove si è parlato della regia e delle tecnologie alla base della trasmissione, di templari e di massoneria alla presenza, oltre che a uno degli autori di «Mistero» Ade Capone, del regista Arcadio Cavalli, del conduttore Daniele Bossari e dell’espero di misteri storici Giorgio Baietti.
Gli incontri del pomeriggio sono stati preceduti da alcune particolari dimostrazioni tenute dai tecnici di «Estrema Team» che hanno incuriosito i presenti sia con il volo di un drone, la speciale apparecchiatura volante con la quale si filmano e si registrano immagini dall’alto, sia con la ricerca con il georadar, ovvero con l’esplorazione di quanto è presente al di sotto del livello del suolo.
Al termine, Daniele Bossari, Arcadio Cavalli, Ade Capone ed Andrea Fabbri dell’Estrema Team hanno illustrato ai presenti come viene registrata e montata una puntata della trasmissione oltre a riportare alcuni aneddoti avvenuti nel corso di registrazioni in esterno.
Successivamente, Daniele Bossari e Giorgio Baietti hanno parlato di templari e massoneria nel corso di un incontro che ha avuto l’accompagnamento musicale del gruppo «I musici». La giornata si è conclusa al salone Moresco del Palazzo dei congressi dove sempre Daniele Bossari con Roberto Pinotti hanno parlato di alieni tra antichità e futuro. M. L.