Sei in Archivio

Elezioni 2014

Tra candidature last minute, guerre fratricide e addii

Grande movimento a Colorno: Cantoni in campo, i 5 Stelle si sfilano. A Palanzano arriva la terza lista. A Sorbolo la Zanichelli sfida (non solo) Cesari

di Chiara Cacciani -

26 aprile 2014, 12:29

Tra candidature last minute, guerre fratricide e addii

E' il giorno delle certezze. E il gong è suonato a mezzogiorno, quando tutte le liste in corsa per le elezioni amministrative nel Parmense avrebbero dovuto presentare nomi, firme e simboli nel Municipio di riferimento. 

E' stata una mattinata movimentata in vari paesi, dove i giochi si dovevano ancora chiarire definitivamente. Mancava il secondo sfidante a Monchio, così come a Tornolo e Compiano. Aumentano invece i candidati in altre realtà più grandi e dove la competizione diventa a questo punto ancor più interessante: è di stamattina la notizia che Stefano Cantoni, tra i fondatori del Colorno Rugby e papà di Filippo, il giovane rugbista scomparso alcuni mesi fa in un incidente, sarà in campo con una sua lista. E se la vedrà con il sindaco uscente del Pd Michela Canova e con Filippo Allodi. Sempre a Colorno, invece, non ci sarà l'annunciata lista del Movimento 5 Stelle: divergenze all'interno del gruppo, si dice. Ma si parla anche della mancata autorizzazione a firma di Beppe Grillo. A Sorbolo la spaccatura del Pd dopo le primarie porta alla scissione anche elettorale: contro il candidato ufficiale Nicola Cesari giocherà la sua partita anche il sindaco uscente Angela Zanichelli.

Saranno poi di sicuro le elezioni degli ex, gli ex sindaci che hanno saltato uno o più turni e ritornano: succede a Noceto, dove Fabio Fecci proverà a riconquistare la fascia tricolore ai danni anche del sindaco uscente - da lui sostenuto - Giuseppe Pellegrini. Succede a Collecchio, dove dopo l'esperienza negli anni Novanta ritorna in gara Walter Civetta, e a Calestano con la conferma che Filippo Abelli tornerà a guidare la squadra nata dall'esperienza della maggioranza. E' stato primo cittadino anche Corrado Mansanti, che come nella precedente tornata elettorale sfiderà il primo cittadino uscente Claudio Moretti.

E sarà anche la volta dei "trasfertisti": a Lesignano l'assessore tizzanese Matteo Manici guiderà una lista civica. A Langhirano si assiste alla calata dei nevianesi: l'ex sindaco Giordano Bricoli e il 5 Stelle Marco Romano. Il sindaco di Polesine Andrea Censi ha invece annunciato le dimissioni per potersi candidare nella vicina Zibello.

Nella foto, da sinistra, Stefano cantoni, candidato a Corlono, e Angela Zanichelli, ricandidata (con polemica) a Sorbolo.