Sei in Archivio

l'evento

«Io parlo parmigiano». Piovani e Maletti: è show

Serata in "pramzàn", tanto divertimento

27 aprile 2014, 13:13

«Io parlo parmigiano». Piovani e Maletti: è show

Tutto esaurito alla birreria «Taverna Espumosa» per la cena- spettacolo dei ragazzi di «Io parlo Parmigiano», affiancati dal professor («in marciapiedologia parmigiana») Enrico Maletti. Ospitre della serata il giornalista della Gazzetta di Parma Sandro Piovani. Due ore di spettacolo, tra doppiaggia alla «Io parlo Parmigiano» in diretta, sketch in dialetto e lezioni appunto del professor Maletti. Con tanto di quiz finale, per misurare la conoscenza del dialetto parmigiano dei presenti. I quattro ragazzi che hanno ideato «Io parlo Parmigiano» sono saliti sul palco della birreria poco dopo le 21 e, per oltre due ore, hanno intrattenuto i presenti. In particolare molti applausi per i doppiaggi «taroccati» di spezzoni di film famosi. Un esercizio non certo semplice, rigorosamente dal vivo. Un modo semplice e diretto per far capire quale progetto ci sia dietro qesta iniziativa che, solo a prima vista, può sembrare soprattutto goliardica. Poi l’intervista a Sandro Piovani, che ha voluto i sondaggi di «Io parlo Parmigiano» all’inter - no del suo programma tv «Piovani& Friends». Il giornalista, introdotto da immagini di repertorio con la colonna sonora di «Piovani» eseguita da Antonio Benassi, ha risposto alle impertinenti domande dell’intervista - tor in dialetto, anche se «arioso» visto che Piovani è originario della Bassa. Poi il quiz finale: buste con parole in dialetto da tradurre in italiano. Nessun en plein e tante risate quando Maletti ha svelato i significati dei vocaboli. Applausi per tutti e saluti finali. Alla parmigiana naturalmente. r. c.