Sei in Archivio

POLESINE

Censi: «Mi dimetto per fare il sindaco a Zibello»

Per lui si chiude un doppio mandato durato 10 anni

di Paolo Panni -

27 aprile 2014, 13:01

Censi: «Mi dimetto per fare il sindaco a Zibello»

 

Il sindaco di Polesine Andrea Censi si è dimesso. Nessun terremoto politico a monte della decisione, ma un atto dovuto dopo la sua decisione di candidarsi sindaco nella vicina Zibello. Per legge, infatti, è eleggibile chi non riveste un analogo incarico, di consigliere o di sindaco, in un altro comune, nel mese antecedente la convocazione dei comizi elettorali.
Le dimissioni andavano formalizzate entro mezzogiorno di oggi. Censi le ha rassegnate in anticipo, presentandole al Prefetto, al segretario comunale e ai consiglieri comunali, di maggioranza e di opposizione. Le dimissioni sono efficaci da subito e, sempre stando a quanto prevede la legge, Censi avrebbe 20 giorni di tempo per un «ripensamento». Che, ovviamente, non ci sarà. Per lui si è così chiuso il doppio mandato, durato dieci anni, da sindaco del Comune di Polesine, di cui in precedenza era stato anche consigliere comunale, assessore e vicesindaco. E con l’atto con cui ha chiuso l’esperienza a Polesine ha avuto il «via libera» per la candidatura nella vicina Zibello. Al momento le redini del Comune sono quindi affidate al vicesindaco, Andrea Pisaroni in attesa di sapere, tra un mese, chi sarà il nuovo sindaco di Polesine.