Sei in Archivio

Corniglio

De Matteis ancora in corsa: "Corniglio al primo posto"

La squadra del sindaco

29 aprile 2014, 22:17

De Matteis ancora in corsa:

Massimo De Matteis è il sindaco uscente del comune di Corniglio, uscente ma che vuole riprovarci per poter completare nella prossima amministrazione un percorso iniziato 5 anni fa. Il nome della sua lista rimane quello che lo portò a guidare il Consiglio comunale alle scorse elezioni, e con lui rimangono 3 esponenti di spicco di quella lista ed componenti della giunta uscente. Si tratta del vicesindaco Tito Cattani, dell’assessore ai servizi sociali Paolo Baratta, e dell’assessore al bilancio Antonio Corvo. Assieme a loro 7 nuovi ingressi, presentati ufficialmente ieri (domenica) in castello.
«Un ringraziamento sincero - ha esordito De Matteis - va a chi ha deciso di impegnarsi per le sorti di questo territorio, in modo che possa proseguire nel suo cammino di Comune. Corniglio verrà da noi messo sempre sopra a tutto, non per autoreferenzialità, ma perchè merita questo grazie ai suoi valori».
Poi alcuni accenni al programma elettorale, che verrà approfondito nei vari incontri nel territorio delle prossime settimane: «Nel programma abbiamo tanti progetti, nuovi obiettivi, nuovi risultati da ottenere, tante opere già intraprese da completare, il tutto nel rispetto dei nostri fondamentali di correttezza e coerenza. Punto cardine sarà la difesa dell’autonomia del governo comunale, che oggi sta venendo minato, ma che deve restare l’ente più vicino al cittadino e il centro della prerogativa decisionale».
Parole anche sulla campagna elettorale appena iniziata: «Sarà sicuramente corretta, perchè si baserà sulla programmatica, ma di certo risponderemo alle inesattezze. In più invito gli altri candidati ad un pubblico confronto, dove vogliano loro, a cui sarei felice di partecipare». Dopo di che
De Matteis ha presentato i compagni di squadra: «Ognuno porterà la sua esperienza, arricchendo così il progetto». La lista sarà ad orientamento civico, dove ciò che accumuna i vari candidati non sarà un credo politico o ideologico: l’obiettivo è lavorare sui programmi concreti.