Sei in Archivio

Tizzano

"Giovani e lavoro, le nostre priorità"

Il candidato sindaco Mauro Bertozzi ha presentato il suo programma. "Scuola di qualità, nuovi posti di lavoro e promozione del territorio"

di Beatrice Minozzi -

04 maggio 2014, 10:06

Una Tizzano affamata di futuro, da saziare con impegno, passione e amore verso il territorio, ma soprattutto con un programma basato sulle idee. Una «Tizzano delle Idee», proprio come il nome scelto dal candidato sindaco Mauro Bertozzi per la sua lista: una fucina di idee e progetti, quella di Bertozzi, che in apertura ha lasciato la parola ai componenti della sua squadra per le presentazioni, alle quali è seguita quella del candidato sindaco, che come amministratore tizzanese ha già fatto la gavetta nel ruolo di consigliere e assessore.
«Negli ultimi 5 anni non sono state presentate nuove idee – ha esordito Bertozzi – e il territorio è in declino. Vogliamo davvero continuare così?». E’così che Bertozzi ha iniziato ad esporre il programma, a partire dal progetto «Paese dei Bambini».
«Sono loro il nostro futuro – ha spiegato il candidato - e a loro dobbiamo mettere a disposizione le nostre risorse per mantenere una scuola di qualità sul territorio e per creare spazi pubblici dove i più piccoli possano esprimere la loro fantasia in sicurezza». Un progetto finalizzato anche alla creazione di nuovi posti di lavoro, così come quello legato all’imprenditoria giovanile, che Bertozzi vuole supportare affidando, tramite bandi, l’uso e la gestione di luoghi pubblici ora non sfruttati. C’è poi il progetto «Territorio informato», per la promozione territoriale, ma anche quello dell’«Asse Massese», che deve essere fatta oggetto di una conferenza permanete degli enti coinvolti per individuare e realizzare gli interventi indispensabili a garantire un futuro sicuro all’Appennino. Il candidato ha poi puntato l’attenzione sulla «Prevenzione Civile» ma anche sull’importanza della custodia dei «simboli» del territorio, siano essi monumenti oppure gli «esperti attivi», ovvero gli over 65 che rappresentano una risorsa inestimabile per il territorio. Dopo aver parlato di agricoltura, sociale e di «Prosciutto a emissioni zero – Apea diffusa», che potrebbe dare un valore aggiunto al prosciutto di montagna, Bertozzi ha concluso parlando di turismo, «che viene da sé se sapremo valorizzare il nostro territorio grazie anche all’aiuto di enti quali il Parco».
«Chiedo a tutti voi collaborazione e sostegno – ha chiuso Bertozzi, lanciando una sfida al suo avversario politico Bodria, a cui propone un confronto all’americana – perché bisogna credere nella possibilità di voltare pagina».