Sei in Archivio

Cibus

Dati virtuali, successo reale: +12% le ricerche sul web per le eccellenze alimentari

Presentata una piattaforma di Google, Consorzi di tutela e ministero delle Politiche agricole

06 maggio 2014, 20:46

Dati virtuali, successo reale: +12% le ricerche sul web per le eccellenze alimentari

Il mondo ha sempre più voglia di eccellenze italiane, nelle sue migliori declinazioni: cibo, turismo, abbigliamento, automotive, e arredamento-design. “In un anno sono cresciute del 12% le ricerche su made in Italy, dalle specialità alimentari alla moda e motori”, ha annunciato a Cibus il senior Analyst di Google Italia Diego Ciulli, durante la presentazione della piattaforma realizzata con l’Aicig, l'associazione dei Consorzi di tutela delle eccellenze agroalimentari italiani, e il ministero delle Politiche agricole (Mipaaf). 
In cinque grandi Paesi e importanti mercati di sbocco per l'export agroalimentare italiano come “Francia, Germania, Brasile, Cina e Giappone - ha sottolineato ancora Ciulli - food è la categoria maggiore per le ricerche correlate alla voce made in Italy. Siamo orgogliosi che questa idea mettere sul sito www.google.it/madeinitaly l’atlante, accessibile su tutti i dispositivi mobili, delle specialità italiane di qualità certificata sia nata qui, nel team italiano, con un progetto no profit dove noi abbiamo fornito le chiavi di una scatola vuota riempita di contenuti di qualità dai consorzi associati nell’Aicig e dal Mipaaf”.

 

DA CIBUS UNA CAMPAGNA EUROPEA CONTRO LO SPRECO.  "Primo, non sprecare". Questo il tema dell’incontro organizzato da Last Minute Market nell’ambito del Fuori Salone di Cibus per presentare l’edizione 2014 della campagna europea Un anno contro lo spreco, che si batte per l'istituzione di un Anno europeo dedicato alla questione dello spreco alimentare. "Siamo ancora nei tempi utili per cogliere l'obiettivo indicato nel 2025 dal Parlamento Europeo: abbattere del 50% lo spreco alimentare nei Paesi membri e proclamare un Anno Europeo contro lo spreco alimentare" dice Andrea Segrè, coordinatore del Piano Nazionale antispreco del Ministero dell’Ambiente (PINPAS), che annuncia le prossime due tappe della Campagna: il 5 giugno, giornata Mondiale dell’Ambiente dedicata allo spreco alimentare e il prossimo 5 novembre, in occasione dell’apertura di Ecomondo a Rimini. "Gli ultimi sondaggi certificano che è aumentata la sensibilità intorno al tema degli sprechi: il +7% di italiani dichiara di aver diminuito dal 45 al 52% lo spreco del cibo acquistato e l’+8% verifica l’edibilità effettiva del cibo prossimo alla data di scadenza prima di gettarlo. In quattro mesi anche la quantità di spreco settimanale è scesa a una media di 198 grammi"