Sei in Archivio

Maglia rosa, la caccia è aperta

In assenza di Nibali, il trono del Giro è conteso da molti pretendenti.

06 maggio 2014, 20:40

Maglia rosa, la caccia è aperta
Il 97esimo Giro d'Italia in partenza da Belfast potrebbe essere uno dei più incerti degli ultimi anni.
 
Se nel 2013 tutti i pronostici pendevano a favore di Nibali e Wiggins quest'anno ci sono almeno cinque aspiranti vincitori.
 
Sarà un Giro per scalatori. Per questo sono proprio gli specialisti della montagna ad avere le maggiori credenziali.
 
In prima fila abbiamo Nairo Quintana e Joaquim Rodriguez, secondo e terzo al Tour de France 2013. Il colombiano vuole a tutti i costi consacrarsi conquistando la prima grande corsa a tappe della carriera mentre "Purito" vuole scrollarsi di dosso l'etichetta di eterno piazzato.
Dopo i podi a Giro, Tour e Vuelta e l'amaro secondo posto al Mondiale di Firenze potrebbe essere la sua ultima occasione per lasciare il segno.
 
Atteso protagonista è anche Rigoberto Uran, anch'egli colombiano, che dopo il passaggio dal Team Sky alla Omega Pharma Quickstep è forte dei gradi di capitano.
Non mollano i "vecchietti" Cadel Evans e Ivan Basso anche se il varesino è lontano dalla forma migliore.
 
Il giovane polacco Rafal Majka e il nostro Domenico Pozzovivo vogliono essere gli outsider, il vincitore del 2012 Ryder Hesjedal cerca il riscatto dopo una brutta stagione e Michele Scarponi e Damiano Cunego hanno promesso battaglia.
 
Per quanto riguarda gli arrivi in volata il grande favorito è il tedesco Marcel Kittel che dovrebbe approfittare anche dell'assenza di Mark Cavendish per fare incetta di tappe.
 
Da tenere d'occhio anche i "cacciatori di tappe" Boasson Hagen del Team Sky e l'irlandese Daniel Martin che vuol fare bella figura per onorare la sua terra che ospita la corsa rosa

Maglia rosa, la caccia è aperta