Sei in Archivio

Varsi

Varsi, taglio del nastro per la Casa della salute

Inaugurata la nuova struttura, dotata di impianto fotovoltaico. Sarà operativa fra 15 giorni. Ospita sei ambulatori, un punto prelievi e il centro di assistenza sociale

di Erika Martorana -

06 maggio 2014, 18:47

Varsi, taglio del nastro per la Casa della salute

Taglio del nastro per la «Casa della Salute» di Varsi, inaugurata ieri, nel capoluogo valcenese, all’interno della nuovissima struttura di via Galli 1. L’immobile, di proprietà del Comune - che lo ha concesso in locazione all’Ausl di Fornovo -, si estende per una superficie di 226 metri quadrati. La struttura, che fungerà da vero e proprio punto di riferimento per la salute dei cittadini, è stata dotata di importanti tecnologie per il risparmio energetico, con un grande impianto fotovoltaico ed un pannello solare sul tetto, che consentiranno la produzione di energia elettrica attraverso l’energia solare. Il nuovo edificio presenta, al suo interno, una reception, una sala d’attesa, un centro di assistenza sociale, quattro bagni e ben 6 ambulatori con tre medici di base - Giovanni Martino, Gabriele Gianlupi e Matteo Punghellini -, un pediatra, un centro prelievi, un servizio infermieristico e due ambulatori specialistici- senologia, diabetologia e cardiologia. Alla giornata inaugurale erano presenti numerose autorità, tra cui il presidente della Fondazione Cariparma, Paolo Andrei ed il suo vice Giampaolo Dallara; il direttore generale dell’Ausl di Parma, Massimo Fabi, e quello sanitario, Ettore Brianti, la direttrice del distretto sanitario delle valli del Taro e Ceno, Giuseppina Frattini, l’ex direttore generale dell’Ausl di Parma Marino Pinelli, il senatore Giorgio Pagliari e l’onorevole Patrizia Maestri, il vice presidente della Provincia, Pier Luigi Ferrari, il consigliere regionale Roberto Garbi, il sindaco di Pellegrino Parmense, Enrico Pirroni, quello di Tornolo, Cristina Cardinali - anche in veste di presidente del distretto - e quello di Varano Melegari - nonché presidente dell’Unione dei Comuni, Luigi Bassi - il direttore del servizio Cure Primarie valli Taro e Ceno, Giovanni Gelmini, il consigliere provinciale Giovanni Bertocchi e numerosi consiglieri comunali di maggioranza e minoranza di Varsi. I lavori, portati a compimento dalla ditta costruttrice «Gino Nunziatini» di Borgotaro, sono stati realizzati grazie al sostanzioso contributo (100 mila euro) della Fondazione Cassa di Risparmio di Parma ed al sostegno della Provincia. La prestigiosa «Casa della Salute», che offrirà servizi di assistenza primaria che si integreranno nel territorio con quelli specialistici e della sanità pubblica, ha avuto un costo complessivo di 326.000 euro. «La struttura - ha detto il vice sindaco Luigi Aramini - sarà definitivamente operativa fra 15 giorni e rimarrà aperta tutti i giorni, per 12 ore, con servizi anche di telecardiologia e radiografia».