Sei in Archivio

marketing

Addio volantino, la pubblicità viaggia sul web

di Luca Molinari -

08 maggio 2014, 20:47

Addio volantino, la pubblicità viaggia sul web

Applicazioni per smartphone, utilizzo dei social network e rivisitazione dei classici volantini. Il futuro della promozione delle vendite passa da questi e altri innovativi strumenti. E’ quanto emerso ieri pomeriggio durante il convegno «Quale futuro per la promozione delle vendite», nato dal lavoro di ricerca di alcuni docenti dell’area Marketing del dipartimento di Economia del nostro Ateneo - in partnership con Nielsen - grazie alla collaborazione di imprese del mondo alimentare e del settore della promozione.
Il convegno ha esplorato i sentieri di sviluppo della promozione, tra cui l’evoluzione del volantino. «Nel 2013 - ha spiegato Gianpiero Lugli, professore di Marketing distributivo del nostro Ateneo - la pressione promozionale è arrivata al 30%. Questo significa che il 30% delle vendite è realizzata in promozione».
Fondamentale trovare nuove strade per favorire la promozione dei prodotti e ottenere risultati più soddisfacenti. Le novità non mancano e sono state presentate alle aziende nel padiglione quattro, nell’area Promo Tech. «I risultati di alcuni esperimenti - ha rimarcato Lugli - dimostrano che la lettura emotiva del prezzo presente in un volantino cambia a seconda di come la rappresentiamo. Determinate conoscenze neurologiche ci dicono che pubblicare a grandi caratteri il prezzo in sconto e dare poco spazio al prezzo pieno in realtà è un errore».
Non mancano inoltre le applicazioni per smartphone e iniziative sviluppate sui social network. «Conad ad esempio - ha sottolineato Francesca Negri, ricercatore docente di Social media marketing del nostro Ateneo - ha chiesto ai propri consumatori di votare i prodotti che avrebbero voluto in sconto, ottenendo un grande successo. In molti negozi inoltre, per ottenere uno sconto di tre euro, basta condividere sui social network la propria posizione, quando ci si trova all’interno».
Romolo de Camillis (Nielsen) si è quindi soffermato sul «ruolo delle promozioni nelle attuali dinamiche del largo consumo». «Nei primi mesi di quest’anno - ha dichiarato - abbiamo registrato dei primi segnali di ripresa nel largo consumo. La pressione promozionale è già elevata ed è necessario ripensare le modalità di promozione per renderle più efficaci. Innovare è fondamentale, soprattutto sfruttando le nuove tecnologie».
E’ quindi intervenuta Cristina Ziliani, professore associato di Marketing del nostro Ateneo, sul tema «Traffico e fedeltà: verso la convergenza?». Il successivo intervento, «Vendere di più da scaffale: una sfida possibile», è stato quello di Sonia Anelli (Italy CMK Leader, P&G). Francesco Cecere (Coop Italia) ha quindi parlato del «ruolo delle promozioni nelle strategie di insegna: realtà e prospettive». Spazio anche ad Enzo Grassi, direttore generale di Catalina Marketing, a Davide Pellegrini, e Stefano Cini (Nielsen), che ha parlato di «Smartphone, Smartshopper, Smartpromotion!».