Sei in Archivio

reggio

Brescello: fiamme alla sezione della Lega

Rainieri,:evitata la strage. ennesimo vile attentato

08 maggio 2014, 20:48

Brescello: fiamme alla sezione della Lega

Ennesimo episodio di violenza ai danni di esponenti della Lega Nord Emilia. Dopo l’aggressione alla vicepresidente del consiglio comunale di Bologna e al raid vandalico contro un banchetto a Parma, nel mirino di ignoti, violenti e antidemocratici è finita Catia Silvia, la candidata sindaco a Brescello. Nella notte ignoti hanno appiccato fuoco alle bandiere della Lega Nord apposte sulla facciata dell’abitazione della candidata dove si trova anche la sezione locale del movimento guidato da Matteo Salvini.
Solo la prontezza di riflessi del marito della candidata che rientrando a casa ha visto il fuoco ed è riuscito a spegnerlo velocemente ha evitato il peggio. Le fiamme avrebbero infatti potuto propagarsi e trasformare un vile gesto in una tragedia. “E’ l’ennesimo attacco al Carroccio – attacca Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia -. Ci auguriamo che le forze dell’ordine riescano a individuare in fretta i colpevoli di questo gesto. A Catia Silvia vanno tutta la nostra solidarietà e la vicinanza di tutto il movimento, certi che episodi come questo non riusciranno a fermare la volontà di cambiamento che soffia forte sulle nostre terre”.
Determinata a continuare nella sua attività politica e nella sua battaglia alla criminalità organizzata nei fatti e non solo a parole come invece fanno altri candidati che si sono vantati di meriti altrui spacciandoli per propri, Catia Silvia non demorde e rilancia, augurandosi che quanto accaduto sia solo il gesto di un poco democratico avversario politico e non un avvertimento visto l’avvicinarsi di un importante processo contro la criminalità organizzata che la vedrà parte attiva in tribunale.