Sei in Archivio

noceto

Pellegrini: «Proseguire il cammino intrapreso»

di Samuele Dallasta -

08 maggio 2014, 20:41

Pellegrini: «Proseguire il cammino intrapreso»

La lista «Noceto prima di tutto» che vede come candidato sindaco l’attuale ed uscente primo cittadino Giuseppe Pellegrini, si è presentata alla cittadinanza in un incontro tenutosi nella sala civica.
Tra volti nuovi e «anziani», i candidati consiglieri in lista sono: Pietro Ampollini, Lara Barbieri, Marcella Caviola, Andrea Cremaschi, Aniello Cuciniello, Caterina Galli, Giulia Manganelli, Alessandra Moroni, Arnaldo Morsia, Cinzia Munari, Andrea Murelli, Valter Porcari, Carlo Rabaglia, Maria Barbara Schiaretti, Simone Spoggi e Michele Tagliavini.
Nel programma elettorale del sindaco uscente Pellegrini si punta al mantenimento ed il miglioramento della qualità dell’ambiente, allo sviluppo sostenibile del territorio, ad una viabilità più sicura ma anche alla conclusione della questione della tangenziale di Noceto.
Fondamentale sarà valorizzare al massimo le frazioni, mantenere ed implementare i servizi sociali e quelli cimiteriali, fare cultura per investire sul futuro, valorizzare e sostenere le società sportive locali, dare continuità ai numerosi progetti scolastici e sostenere le associazioni.
Importante sarà poi la trasparenza, il potenziamento della sicurezza, l’abbassamento delle tasse, il rilancio del commercio, la cura dell’agricoltura e il rafforzamento dell’interesse delle persone verso il paese.
Togliendosi qualche sassolino dalla scarpa, il candidato Pellegrini, riferendosi alla lista di Fabio Fecci, puntualizza: «Abbiamo cercato di rimanere uniti ma non è stato possibile. Per assurdo adesso passa il messaggio che, per vent’anni, ha amministrato una squadra che ora è incapace».
Fiducia Parlando direttamente ai cittadini, Pellegrini spiega: «Abbiamo passato cinque anni ad assestare un bilancio in condizioni critiche. Abbiamo usato rigore ma era indispensabile per essere competitivi in futuro. Adesso che siamo emersi, chiediamo ancora la fiducia per dimostrare che non sappiamo solo tagliare ma anche cucire su misura un abito per Noceto, per costruire un pezzo importante di presente e di futuro».