Sei in Archivio

Carceri e polemiche

Evasione a Palermo, l' Osapp: "Orlando cambi i vertici del Dap"

Valentin Frrokaj fuggì anche da via Burla nel 2013

09 maggio 2014, 16:51

Evasione a Palermo, l' Osapp:

"Improvvisazione, dilettantismo, forse anche menefreghismo: non sapremmo come definire i provvedimenti assunti dall’Amministrazione penitenziaria centrale dopo l'evasione due giorni fa dell’ergastolano albanese dal carcere di Palermo-Paglairelli". E’ duro il commento di Leo Beneduci, segretario generale Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) alla notizia che il Dap ha disposto l'invio in distacco senza oneri di 50 poliziotti penitenziari al carcere palermitano. Per il sindacalista "il Pagliarelli ha una carenza di organico di non oltre il 12-15% (circa 120/150 unità) mentre negli istituti di pena siciliani si avvicina al 25%, con punte del 50% ad Augusta, Siracusa (con un nuovo Padiglione detentivo aperto senza personale), o Catania-Bicocca che non ha personale neanche per i turni notturni e a cui nessuno ha ritenuto di rimediare".
"Peraltro - aggiunge Beneduci - numerosi sono i dubbi sulla clamorosa evasione dal Pagliarelli, ma pochi riguardano le pur esistenti carenze di organico. Valentin Frrokaj, già evaso nel 2013 dal carcere di Parma, era stato sottoposto al regime dell’art.14 bis dell’ordinamento, con misure quali la sorveglianza particolare in isolamento e gli assidui controlli. Misure inspiegabilmente revocate, tant'è che ha potuto raggiungere il muro di cinta con almeno 9 metri di corda rudimentale ricavata dalle lenzuola. Nell’attuale Amministrazione penitenziaria gli episodi gravi iniziano ad essere troppi, a partire dal preoccupante aumento delle risse tra detenuti, a riprova di una disfunzione che riguarda aspetti organizzativi più generali sull'intero territorio nazionale e non più a carattere locale - conclude Beneduci - per cui è quanto mai urgente che il Guardasigilli Orlando, finora troppo cauto e attendista, affronti l’emergenza penitenziaria anche in termini di integrale riforma del Dap e di completo rinnovamento degli attuali vertici".