Sei in Archivio

Calciomercato

La Juve fa sorridere Destro

Risposta evasiva dell'attaccante della Roma dopo lo stop di due turni. E su Prandelli: "Nell'ultimo mese non l'ho sentito".

09 maggio 2014, 22:00

La Juve fa sorridere Destro
All'Olimpico per Roma-Juventus tornerà Mattia Destro, dopo le quattro giornate di squalifica. Ma l'attaccante giallorosso, intervistato in esclusiva da Sky Sport 24 HD, non vuole più parlarne e risponde sibillino: "Abbiamo già detto tutto. Prandelli? Non l'ho sentito nell'ultimo mese".

Verso Roma-Juve.
Roma-Juve è sempre una grande partita, comunque sono quelle partite che tutti i giocatori vorrebbero giocare e soprattutto la giochiamo in casa, davanti al nostro pubblico, che penso sia un pubblico spettacolare, ecco. Quindi cerchiamo di chiudere la stagione nel miglior modo possibile, con una grande vittoria.

È anche una rivincita per la sconfitta netta dell'andata?
È una bella partita, ecco. Noi abbiamo fatto un campionato incredibile, anche loro, vincendo lo scudetto, hanno dimostrato di essere una squadra fortissima, quindi penso che domenica si incontreranno due grandi squadre e sarà sicuramente un bello spettacolo.

Cosa ha fatto la differenza tra Roma e Juve?
La differenza forse l'ha fatta qualche calo di tensione che noi abbiamo avuto e loro in questi frangenti sono maestri, hanno continuato la loro grande marcia e sono riusciti a vincere il titolo.

La Roma.
Io due anni fa ho fatto una scelta importante per la mia carriera. Avevo delle squadre e, per l'appunto, ho scelto di venire a Roma perché ero fermamente convinto della società, di questa squadra e soprattutto del pubblico, quindi sono molto contento di aver scelto questa squadra e spero l'anno prossimo di fare grandi cose con questa squadra.

C'era anche la Juve in queste squadre?
Beh, c'erano tante squadre, ecco (ride, ndr), la Roma è stata per me subito la prima scelta.

Destro torna dopo la squalifica.
Il mio pensiero, comunque, adesso è passato più di un mese… Non è stato un bel momento, comunque quello che dovevamo dire, sia io sia la società, lo abbiamo detto, le nostre idee le abbiamo dette, quindi adesso l'unica cosa è pensare positivamente alla partita di domenica e mettercela tutta per conquistare una grande vittoria davanti ai nostri tifosi.

Ti ha dato fastidio qualcosa in particolare su questa vicenda?
Mah, fastidio no, comunque le cose importanti che dovevano essere dette sono state dette, sia da me che dalla società, quindi il nostro pensiero lo abbiamo chiarito e sicuramente la pensiamo tutt'ora allo stesso modo.

Il sogno del Mondiale.
È un'opportunità importante, anche perché non capita tutti i giorni di partecipare a un Mondiale, è il sogno che tutti i calciatori hanno e, comunque, è la massima aspirazione, per il giocatore giocare il Mondiale è la cosa che più realizzi durante la tua carriera. Penso di far bene, penso di aver dimostrato tutte le mie qualità, le mie capacità, comunque con il fatto dell'infortunio ho giocato anche molto di meno, quindi spero di rientrare in queste due partite e di dimostrare.

Hai sentito Prandelli nell'ultimo mese?
No, non ci sono state chiamate, però penso che comunque lui stia facendo le sue valutazioni e sicuramente poi sarà lui a decidere.

Con Balotelli hai vinto tutto, con l'Inter a livello giovanile: che rapporto hai con Mario?
Con Mario ho un bel rapporto, anche perché siamo cresciuti insieme, abbiamo affrontato insieme i primi passi per diventare dei giocatori professionisti, quindi è sempre rimasto un bel rapporto.

Champions per te nella prossima stagione e probabilissimo Mondiale in estate: se te lo avessero dopo l'operazione al ginocchio un anno fa?
Sicuramente ci avrei messo la firma. È stato un momento difficile, ecco, lo ripeto, però ho lavorato molto, c'ho messo tanto tanto impegno e penso che i risultati si siano visti.

La Juve fa sorridere Destro