Sei in Archivio

Verso la "finale"

Parolo: " Se potessi guiderei un pullman per portare tutti i tifosi a Torino"

L'appello del centrocampista crociato: "E' una gara cruciale e noi siamo carichi"

09 maggio 2014, 22:14

Parolo:

Domenica la sfida di Torino, una vera e propria finale che vale l’Europa League. In casa Parma c'è grande attesa e Marco Parolo non si nasconde: "è una partita fondamentale, quella che a inizio stagione speri sempre di giocare - spiega ai microfoni del canale tematico della società - ci attende un clima infuocato, ma abbiamo dimostrato di poter dare qualcosa in più proprio in queste situazioni. Speriamo di farlo un’altra volta, prepariamo questa partita dopo una vittoria che ci ha rilanciato. E’ una gara cruciale per noi, per il Parma e la città di Parma. Il pari tra Lazio e Verona, ci ha dato grande forza. In queste situazioni ti viene adrenalina, carica. Dopo Cagliari c'era un pò di sconforto, forse era troppo bello vincere senza soffrire. Noi quest’anno abbiamo sempre ottenuto le vittorie soffrendo, penso alle due gare con il Milan e con l’Atalanta all’andata. A volte abbiamo l’occasione, la buttiamo via e poi andiamo a riprenderla: siamo una squadra viva, che non ha mai mollato, mentalmente vuole ottenere il risultato e lo fa con tutte le proprie forze. In settimana l’atmosfera è stata la solita. Anche ridere e scherzare aiuta a stemperare la tensione, ci siamo sempre basati sulla forza del gruppo e così è anche stavolta". Il club e i giocatori sperano di avere tanti tifosi al seguito nel match di Torino. "Se potessi guiderei un pullman per portarli tutti a Torino. Entrare all’Olimpico per il riscaldamento e vedere il nostro spicchio numeroso di tifosi, con le bandiere, pronti a cantare, ci darebbe una carica ulteriore. Se noi abbiamo il nostro spicchio gialloblù, questo si può fare sentire e darci una mano". La coppia d’attacco granata è di quelle da temere, Cerci e Immobile stanno facendo un grande campionato. "Una loro qualità è la fame, vogliono dimostrare il loro valore. Hanno la voglia di stupire sempre, lottare su ogni pallone, non mollano mai e possono sempre trovare il colpo vincente. Questo fa parte anche dello spirito Toro, ma noi abbiamo la consapevolezza di essere forti con giocatori di livello e da qui dobbiamo fare la partita. E’ la prima, da quando sono a Parma, in cui sai che ti giochi qualcosa, il mio più grande risultato lo ottenni in trasferta a Cesena vincendo il campionato. Sarebbe bello, anche stavolta, conquistare qualcosa di grande in trasferta". Intanto martedì Prandelli diramerà la lista dei 30 pre-convocati per il Mondiale. "In questa settimana non ci penso proprio, non mi tocca la cosa. Vado avanti di settimana in settimana, ottenere un risultato importante con il Parma mi darebbe la forza per presentarmi in condizioni ancora migliori. Quando penso a troppe cose mi stresso - scherza - meglio pensare giorno per giorno. Il piano B è sempre pronto, andrei in America in vacanza con Gobbi a vedere la finale Nba - spero - tra i miei Heat e i suoi Thunder...".