Sei in Archivio

Sport USA

Sterling: "Non sono un razzista"

Nuova registrazione da parte del patron dei Clippers: "La reazione di Magic mi ha ferito molto".

09 maggio 2014, 10:00

Sterling:
Nuovo capitolo nella saga Sterling. Dopo essere stato multato e "sospeso a vita" dall'NBA, il patron dei Clippers si è difeso dalle accuse di razzismo attraverso una nuova registrazione, riportata da Radio Online e confermata da ABC News: "Io non sono razzista", il commento delle stesso Sterling.

Il numero uno dei Clippers si è soffermato anche su Magic, uno dei primi a voltargli le spalle: "La reazione di Magic, una persona che ammiro molto, mi ha ferito molto". Sterling, nonostante il polverone, non sembra intenzionato a cedere la franchigia.

Sterling: