Sei in Archivio

Ciclismo

Belfast in volata, capolavoro Kittel

Giro d'Italia: il velocista tedesco compie un miracolo partendo a meno 210 metri con vento scoperto. Secondo Bouhanni, terzo Nizzolo.

10 maggio 2014, 19:40

Belfast in volata, capolavoro Kittel
Prima tappa per velocisti al Giro d'Italia dopo la cronosquadre dell'esordio. E dopo essere esploso lo scorso anno vincendo ben quattro tappe al Tour de France, il tedesco Marcel Kittel (Team Giant-Shimano) scatta a meno 210 metri dall'arrivo e regala una progressione magistrale a vento scoperto bruciando il francese Nacer Bouhanni (Fdj) e il brianzolo Giacomo Nizzolo (Trek Factory Racing) con una gamba impressionante.
 
La frazione Belfast-Belfast, si sapeva, sarebbe stata uno dei pochi sfoghi per i ciclisti amanti dell'ultimo scatto. In quattro (Maarten Tjallingii della Belkin, Andrea Fedi della Neri Sottoli Yellow Fluo, Sander Armee della Lotto Belisol e Jeffry Johan Romero Corredor del Team Colombia) provano la fuga già al terzo chilometro, ma il gruppone controlla e li raggiunge a pochi chilometri dal traguardo per scongiurare ulteriori attacchi.
 
A meno 3 chilometri si formano i 'treni': c'è quello di Kittel, quello di Bouhanni, quello di Nizzolo, quello di Swift, di Viviani e di Matthews. Proprio quest'ultimo 'scippa' la maglia rosa al suo compagno di squadra Svein Tuft (Orica GreenEdge).
 
Classifica di tappa:
 
1, Marcel Kittel (Team Giant-Shimano) in 5h13'12''
2. Nacer Bouhanni (Fdj) s.t.
3. Giacomo Nizzolo (Trek Factory Racing) s.t.
4. Elia Viviani (Cannondale) s.t.
5. Roberto Ferrari (Lampre) s.t.
6. Manuel Belletti (Androni Giocattoli-Venezuela) s.t.
7. Ben Swift (Team Sky) s.t.
8. Michael Matthews (Orica GreenEdge) s.t.
9. Davide Appollonio (AG2R La Mondiale) s.t.
10. Tyler Farrar (Team Garmin) s.t.

Belfast in volata, capolavoro Kittel