Sei in Archivio

sorbolo

Catellani: «Il patto di stabilità non premia i Comuni virtuosi»

10 maggio 2014, 20:15

Catellani: «Il patto di stabilità non premia i Comuni virtuosi»

SORBOLO
«Se Sorbolo potesse trattenere sul territorio il 60-70% delle tasse totali non avrebbe problemi per scuole, centri sportivi e casa della salute perché ogni anno ci sarebbero i soldi per finanziare un’opera pubblica». Questo il pensiero di Claudio Catellani, candidato sindaco della Lega Nord a Sorbolo che critica i meccanismi del patto di stabilità.
«Il patto - sostiene Catellani - non premia i Comuni virtuosi con lo sblocco di fondi con i quali far ripartire l’economia della zona finanziando lavori pubblici. Il Governo fa decreti per salvare comuni in default e che, in barba al patto di stabilità e alla spending rewiew, stanno continuando a sperperare denaro pubblico. Il problema è che a fronte di tutte le tasse che pagano i sorbolesi, viene restituito a Sorbolo un 1% di elemosina».
Catellani - che nei giorni scorsi si è confrontato anche con il sindaco di Verona Flavio Tosi, candidato per il collegio Nord Est alle Europee - parla poi del tema viabilità: «Nelle ultime due campagne elettorali – attacca - si è sempre presentato l’assessore alla viabilità della Regione dicendoci che noi sorbolesi non ci dovevamo preoccupare perché la tangenziale e il ponte, prima a sud poi a nord del paese, si sarebbero fatti. Il risultato è che non c’è ne l’uno né l’altro. In dieci anni non si è visto neanche un picchetto. L’assessore dovrebbe avere più rispetto per gli elettori». c.cal.