Sei in Archivio

Film recensioni

Devil's Knot - Thriller drammatico

Egoyan è meno ispirato della tragedia cui si ispira

di Pierre Hombrebueno -

10 maggio 2014, 20:39

Devil's Knot - Thriller drammatico

Che tu sia punito Atom Egoyan, per averci illuso coi primi 15 minuti funerei, carichi d'impalpabile ansia che ben delineano la paranoia esistenziale di una provincia americana teatro di efferati omicidi.
È in questa ouverture che il regista canadese fa pulsare il dolore, mettendo in scena delicati quadri ricoperti di nera inquietudine e regalando a Reese Witherspoon il suo momento «Mystic River», con l'enfatico dolore di una madre alla scoperta del figlio brutalmente assassinato.
Poi, l'autore frena: il film cessa di essere un dramma e diventa una puntata impoverita di «Law & Order», ovvero un legal thriller poco legal e per nulla thriller.
La storia, realmente accaduta, è di quelle che hanno shockato tutto il mondo: tre cadaveri di bambini ritrovati nel bosco, presumibilmente vittime di riti satanici ad opera di giovani ragazzi locali. Diversi i documentari che hanno ripercorso le drammatiche vicende, ridotte da Egoyan a un tribunale annoiato da prove e contro-prove, testimoni a sorpresa e soporiferi sproloqui. Ad essere stata lasciata indietro è la tragedia delle famiglie coinvolte, così come quella dei presunti assassini: il regista si trascina privo di ritmo, sperduto tra le linee temporali che viaggiano tra flash-back e presente, spiegandoci ancora una volta l'ambiguità di un caso già trattato meglio altrove. La verità non esiste; il cinema, con i suoi fantasmi, ce lo sottolinea da sempre. Sciaguratamente, «Devil's knot – Fino a prova contraria» delibera una morale tanto banale quanto risaputa, ed è un'opera ben meno filmica della vera storia da cui trae origine.
Giudizio: 1/5

SCHEDA
DEVIL'S KNOT (Fino a prova contraria)
REGIA: ATOM EGOYAN
SCENEGGIATURA: PAUL HARRIS BOARDMAN, SCOTT DERRICKSON
INTERPRETI: COLIN FIRTH, REESE WITHERSPOON, DANE DEHAAN, BRUCE GREENWOOD
GENERE: THRILLER DRAMMATICO
Usa 2013, colore, 1 h e 54’
DOVE: THE SPACE CAMPUS, THE SPACE BARILLA CENTER