Sei in Archivio

Traffico

Peri: "La quarta corsia dell'Autosole verrà costruita"

L'assessore regionale nega problemi per la vicinanza con la linea dell'alta velocità. Ma prima verrà realizzata quella in A14 fra Bologna e lo svincolo di Ravenna

10 maggio 2014, 20:32

Peri:

«La quarta corsia dell'Autostrada del Sole fra Modena e Piacenza si farà». A garantirlo è l'assessore regionale alle Infrastrutture e ai trasporti, il parmigiano Alfredo Peri, che smentisce categoricamente le indiscrezioni di ieri secondo le quali la realizzazione dell'ampliamento dell'A1 potrebbe essere a rischio a causa della vicinanza della linea ferroviaria dell'alta velocità, che non rispetterebbe i requisiti minimi di sicurezza previsti dalla normativa. «Nessun problema di distanze - spiega l'esponente della giunta emiliano romagnola -: ho avuto rassicurazioni dal direttore generale di Autostrade per l'Italia che il problema non esiste. Tanto è vero che, già in fase di realizzazione della linea ferroviaria dell'alta velocità, tutti i cavalcavia dell'A1 vennero rifatti in modo tale che fossero già predisposti per la futura realizzazione della quarta corsia autostradale». Il problema delle distanze, precisa Peri, non sussiste nemmeno nel tratto in cui l'autostrada affianca la nuova stazione ferroviaria Mediopadana, a Reggio Emilia, nonostante l'estrema vicinanza fra le due strutture. E chiarisce: «I fondi necessari per realizzare la quarta corsia sono già da tempo previsti nel piano degli investimenti del concessionario, ovvero Autostrade per l'Italia, che si farà quindi interamente carico della realizzazione».
Peri spiega poi che non c'è alcuna contrapposizione fra la realizzazione della quarta corsia sull'A1 e la realizzazione della quarta corsia sul tratto dell'A14 compreso fra Bologna San Lazzaro e lo svincolo per Ravenna: «Negli accordi e nel contratto di programma fra il ministero delle Infrastrutture e il concessionario - ricorda - sono previsti tutti gli investimenti necessari sia per l'A1, sia per l'A14, e anche per la realizzazione della terza corsia sull'A13 fra Bologna e Ferrara». Nessun rischio, quindi, che i fondi previsti per la quarta corsia nell'Emilia occidentale possano essere dirottati sull'A14, in quanto le due opere non sono alternative, ma l'una segue il proprio iter a prescindere dall'altra.
Il problema però è che i due iter sono in fasi ben diverse. È infatti incontrovertibile che le procedure per l'ampliamento dell'Adriatica fra Bologna e lo svincolo per Ravenna siano molto più avanti rispetto a quelle per l'A1. Se per la quarta corsia in Autosole non siamo nemmeno al progetto preliminare, nel caso dell'A14 il progetto preliminare è giù pronto e non più tardi di un mese fa è stata anche ultimata la Via (valutazione di impatto ambientale), per cui ora si va verso il progetto definitivo. Tutto dipende - fa notare Peri - dall'atteggiamento degli enti locali interessati dalle due opere, con i quali Autostrade deve preventivamente aprire tavoli di confronto per definire le modalità di attraversamento dei territori e le eventuali opere compensative da realizzare. «Tre anni fa i tavoli in Regione sono partiti insieme, ma mentre per l'A14 l'accordo si è raggiunto praticamente subito, nel caso dell'A1 questo accordo non si è ancora trovato». Motivo: le impegnative richieste di opere compensative giunte da Parma, Modena, Reggio e Piacenza. In particolare, Parma e Reggio vogliono come contropartita la costruzione fra le due città della cosiddetta via Emilia bis, l'arteria parallela alla storica Ss9. Parma poi vorrebbe anche lavori di miglioramento delle strade che conducono al casello dell'A1.
Se per ipotesi l'accordo fra enti locali e Autostrade fosse raggiunto subito, nel giro di un paio d'anni si potrebbero vedere al lavoro le prime ruspe. Ma l'accordo sembra tutt'altro che in vista, e a complicare le cose ora ci si mette anche il ridimensionamento del ruolo delle Province, che in questi tavoli di confronto hanno sempre giocato la parte di principale rappresentanti dei territori. Risultato: la quarta corsia in A14 sarà pronta molto prima di quella sull'Autostrada del Sole.