Sei in Archivio

Fir

Rugby, Serie A: definitiva la nuova formula dalla stagione 2014/2015

Suddivisione delle ventiquattro squadre partecipanti in quattro Gironi con formula all'italiana con partite di andata e ritorno. Poi un'altra fase a gironi, poi semifinali e finale

10 maggio 2014, 18:19

Rugby, Serie A: definitiva la nuova formula dalla stagione 2014/2015

Al termine della riunione svoltasi questa mattina presso l’Hotel Bologna Airport di Borgo Panigale tra i vertici della FIR e le Società di Serie A è stata definita la nuova formula del Campionato Italiano di Serie A, in vigore dalla Stagione Sportiva 2014/2015.

La nuova composizione prevede la suddivisione delle ventiquattro squadre partecipanti in quattro Gironi da sei squadre ciascuno, su base territoriale, con formula all’italiana con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascun girone.

Al termine della prima fase, le prime tre classificate di ciascun girone parteciperanno a due ulteriori gironi (Pool Promozione) da sei squadre ciascuno, con gare di andata e ritorno e qualificazione alla semifinali per la prima e la seconda classificata di ciascun girone.

Le semifinali avranno luogo, con gare di andata e ritorno, secondo il seguente schema:

1° classificata Pool Promozione A v 2° classificata Pool Promozione B

1° classificata Pool Promozione B v 2° classificata Pool Promozione A

Le vincenti del doppio turno di semifinale si affronteranno, in gara unica in campo neutro, nella Finale-promozione che conferirà alla vincente il titolo di Campione d’Italia di Serie A ed il diritto a partecipare al Campionato Italiano d’Eccellenza 2015/2016.

Le peggiori tre classificate di ciascun girone parteciperanno a due ulteriori gironi (Pool Salvezza) da sei squadre ciascuno, con gare di andata e ritorno: retrocederanno direttamente in Serie B le ultime due classificate di ciascun girone.

Il Presidente della FIR Alfredo Gavazzi ha commentato: “Ritengo importante aver avviato un momento di confronto con le Società che partecipano al secondo campionato nazionale, condividendo attivamente con loro le strategie che FIR intende sviluppare nelle stagioni a venire, e mi auguro che potremo proseguire sulla via di un costante e proficuo interscambio. Abbiamo trovato da parte delle Società un positivo riscontro alla nuova formula proposta del Campionato di Serie A proposta dal Consiglio: FIR e Club devono lavorare sinergicamente, non può esserci crescita senza condivisione”.