Sei in Archivio

BARDI

Savi: «Azioni di sviluppo sostenendo le aziende»

10 maggio 2014, 20:14

Savi: «Azioni di sviluppo sostenendo le aziende»

BARDI
La lista «Nuovi Orizzonti», capitanata dal candidato sindaco Gian Paolo Savi, si è presentata ai bardigiani durante il primo incontro pubblico ufficiale. Al teatro Maria Luigia, Savi ha presentato i nove candidati che compongono la lista: «Le tematiche che ci vedono così fortemente coesi sono, soprattutto, quelle riferite alla preoccupazione per la crisi che interessa il territorio, alla voglia di cambiare pagina, all’obiettivo di cancellare il senso di isolamento, realizzando un’interconnessione virtuosa con gli enti, con i Comuni e le comunità vicine e concretizzando i presupposti per un'azione condivisa nella Valceno».
Nel suo intervento, che ha toccato numerosi ambiti, Savi ha puntualizzato: «L’impegno primario sarà destinato a sostenere tutte le imprese, le aziende e le attività presenti sul territorio, intorno alle quali dovremo costruire le nuove azioni di sviluppo nei vari settori, che saranno possibili sulla base di un rapporto di condivisione con la cittadinanza e sulla valorizzazione della professionalità e creatività dei professionisti e degli imprenditori locali, così come dei singoli cittadini, con particolare attenzione ai giovani, che vogliono impegnarsi per lo sviluppo del territorio».
«Una particolare attenzione - ha insistito - sarà rivolta ai servizi sociali e sanitari, in considerazione del numero elevato di anziani che risiedono anche in località lontane dal capoluogo, valutando l’opportunità di realizzare anche a Bardi la Casa della salute, inserendo nella stessa un punto del 118 per affrontare l’emergenza sanitaria sul territorio. Altrettanta attenzione verrà mostrata per la promozione e valorizzazione delle risorse ambientali». Rispondendo ad una domanda sull’ipotesi di un parco eolico sul monte Santa Donna, Savi ha espresso un indirizzo totalmente contrario, sottolineando che «solo il mini-eolico, l’idroelettrico non invasivo e il fotovoltaico diffuso potranno trovare collocazione nel territorio bardigiano». Sulla gestione dei servizi essenziali, nel contesto delle differenze principali tra l’Unione e l’associazione con altri Comuni mediante convenzione, Savi ha confermato la volontà di attivare una sinergia di intenti con i Comuni della Valceno, anche senza entrare nell’Unione, garantendo l’integrità e l’autonomia del Comune, nell’ottica dell’economicità e efficienza.E.M.