Sei in Archivio

felino

«Un parco contro la mafia nel giardino dell'ex scuola»

La proposta dell'associazione Farelegna

di Samuele Dallasta -

12 maggio 2014, 22:17

«Un parco contro la mafia nel giardino dell'ex scuola»

Un aperitivo, una cena e tanta musica e voglia di stare insieme. Sono stati questi gli ingredienti della festa di FareLegna, l’associazione felinese collegata a Libera che ha incontrato i cittadini e i giovani del paese in occasione dell’iniziativa svoltasi al Cafè Vertigo del centro commerciale Val Baganza e volta a celebrare il quarto anno di attività del sodalizio. La serata, aperta dal buffet e dall’aperitivo, ha visto poi l’intrattenimento musicale offerto dai gruppi Enemy Mother, Bonus Malus e Apapaia.
Dalla sua nascita FareLegna ha organizzato gli spettacoli di musica e danza «Il mondo alla rovescia» e «Noi Liberi al folle volo». Oltre a questo, ha promosso serate in dialetto in compagnia di Lorenzo Sartorio ed Enrico Maletti. Tra le attività, c’è poi quella recente de «Il Tunnel di fiori bianchi» che, realizzata con l’associazione «EconStile» di Parma e la scuola materna di San Michele Tiorre, è servita per far conoscere ai più piccoli la figura di Ermete Giuffredi, persona scomparsa nel 2012 e tra i fondatori dell’associazione, ma anche i giochi e i valori del mondo contadino di un tempo. Da citare poi la collaborazione con l’Atletica Casone per l’organizzazione del Trail del Salame.
Ovviamente c’è poi l’unione di FareLegna» con Libera. In questo senso, oltre a realizzare banchetti con prodotti coltivati nelle terre confiscate alla criminalità organizzata, l’associazione ha partecipato alle attività organizzate da Libera. Secondo la presidente Roberta Giuffredi, «l’incontro con Libera ci ha fornito gli strumenti per fare nostri i concetti di antimafia e per coltivare la cultura della legalità».
Volgendo lo sguardo al futuro, la vicepresidente Chiara Militerno ha spiegato: «Abbiamo intenzione di proseguire le attività con Libera, le serate in dialetto, organizzare iniziative sulla figura della donna, promuovere in altre scuole il "Tunnel di fiori bianchi" e rilanciare, attraverso l’arte e gli spettacoli, temi di forte impatto sociale».
L’idea più suggestiva la esprime però Tatiana Giuffredi, componente di FareLegna, consigliere comunale nell’amministrazione uscente: «Di comune accordo con le istituzioni e le associazioni vorremmo realizzare a San Michele Tiorre, nel giardino dell’ex scuola elementare, il "Parco dei 100 passi". Vorremmo porre in essere un’area verde con giochi per i più piccoli, skate park per i giovani e posti per gli adulti e unire di fatto la resistenza alla mafia di Peppino Impastato alla resistenza di Marco Pontirol Battisti, partigiano ucciso nei pressi della scuola durante l’occupazione nazifascista».