Sei in Archivio

POLESINE

Cavalli: «L'ostello è un'opera inutile»

12 maggio 2014, 19:49

Cavalli: «L'ostello è un'opera inutile»

«Un’opera inutile e costosa». Questi i termini utilizzati da Damiano Cavalli (consigliere comunale di opposizione) per commentare la realizzazione, a Polesine, del nuovo ostello, voluto dall’amministrazione uscente. Cavalli, candidato consigliere nella lista «Vivere a Polesine», che candida sindaco Brunella Mainardi, ha ricordato che «proprio nell’ultimo consiglio comunale, Andrea Censi e la sua maggioranza che ora si candida a governare nuovamente il paese, forse senza rendersene conto, hanno deliberato un impegno di risorse che graverà sui cittadini di Polesine per i prossimi anni. Con l’approvazione dello schema triennale dei lavori pubblici - ha spiegato - infatti, la maggioranza ha deliberato di procedere con il secondo e terzo stralcio dell’opera per un ammontare dei lavori presunto di 400 mila euro e 550 mila euro rispettivamente. Stralci solo parzialmente coperti da risorse che arriverebbero da altri enti, ma che prevedono una generica copertura acquisita da apporti di capitali privati per 750 mila euro». Facendo il punto, Cavalli ha osservato che «al momento sono partiti i lavori del solo primo stralcio che prevede la parziale realizzazione della struttura dell’opera senza considerare pareti divisorie interne, impianti elettrico e termoidraulico, mobili. Il primo stralcio – ha ricordato - è già costato ai cittadini di Polesine 140 mila euro più 135.000 di mutuo pluriennale, senza considerare quanto pervenuto da Regione e Provincia. Un’opera che rischia di non essere completata perché i soldi per terminarla non ci sono. Con questa scelta Faremo più fatica a trovare le risorse per asfaltare le strade, per abbellire i locali pubblici, per fare i marciapiedi, per riqualificare energeticamente le scuole».P.P.

 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema