Sei in Archivio

Judo

Gwend protagonista a Baku. Chiude al terzo posto

Bene anche la Cantoni che nei 70 kg riesce a piazzarsi settima

di Lucia Bandini -

12 maggio 2014, 19:56

Gwend protagonista  a Baku. Chiude al terzo posto

Al «Sarhadchi Sport Olympic Center» di Baku, due grandi risultati per il judo del nostro territorio in versione azzurra: terzo posto per Edwige Gwend, nei 63 kg, e settimo posto per Giulia Cantoni, nei 70 kg.
Lo aveva detto pochi giorni fa, durante la presentazione ufficiale che l’ha vista tra i quattro protagonisti del team di sportivi testimonial di «Happy Meal Sport Camp», che avrebbe voluto salire sul podio al Grand Slam di Baku, ed Edwige Gwend è stata di parola: ieri, in Azerbaigian, la judoka del gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, cresciuta nel Kyu Shin Do Kai Parma, è arrivata terza nei 63 kg, centrando il suo primo podio in un Grand Slam ed accedendo, così, nelle prime dieci del ranking mondiale nella sua categoria di peso.
Ottimo il percorso dell’atleta collecchiese nelle eliminatorie: grazie a due vittorie, la prima sulla turkmena Gulnar Hayytbaeva, per yuko e wazari, e la seconda sulla marocchina Rizlen Zouak, per ippon, è arrivata in cima alla Pool D, guadagnandosi, in questo modo, l’accesso alle semifinali.
In semifinale, però, è arrivata una battuta d’arresto per la Gwend: troppo forte l’austriaca Kathrin Unterwurzacher, seconda al termine della competizione, che ha superato l’azzurra, nonostante un vantaggio per yuko, con un wazari. Il conseguente ripescaggio nella finalina per il terzo-quinto posto ha, però, sorriso alla Gwend: un wazari, infatti, le ha permesso di battere l’ungherese Szabina Gercsak e di continuare un periodo positivo che l’ha vista salire sul podio alla Continental Open di Sofia (argento), all’European Open Women di Roma (bronzo) e al Grand Prix di Tbilisi (oro), oltre al quinto posto ottenuto agli Europei di Montpellier.
Sempre ieri, una vittoria ed una sconfitta, nelle eliminatorie dei 70 kg, per Giulia Cantoni: la judoka del gruppo sportivo delle Fiamme Azzurre, cresciuta nella Polisportiva Inzani Isomec Parma, ha superato l’austriaca Bernadette Graf, per wazari, salvo poi incappare nella sconfitta, per doppio yuko, con la tedesca Heide Wollert. Il secondo posto nelle eliminatorie della Pool D ha permesso alla Cantoni di accedere ai ripescaggi: una sconfitta, per ippon, con la polacca Katarzyna Klys, terza al termine dei combattimenti, però ha messo la parola «fine» alla gara internazionale dell’atleta di Ronco Campo Canneto, con un buon settimo posto.