Sei in Archivio

VOLANTI

Ladro violento «atterrato» da un agente che faceva spesa

Moldavo 41enne arrestato per tentata rapina e resistenza

12 maggio 2014, 20:40

Ladro violento «atterrato» da un agente che faceva spesa

Aveva fatto scorta di salumi al supermercato e non gli era neanche passato per la testa di passare dalla cassa a pagare. Un'abitudine ormai dilagante: le sparizioni di merce non si contano, ma lievitano anche gli arresti e le denunce di chi viene beccato a rubare. Anche al moldavo che sabato pomeriggio ci aveva provato al Conad di viale Piacenza è andata male: arrestato dalla polizia, dovrà rispondere non soltanto del tentato furto. L'accusa è diventata più pesante: tentata rapina impropria, a cui s'è aggiunta la resistenza a pubblico ufficiale. Il moldavo, infatti, - 41 anni, irregolare sul territorio italiano, fedina tutt'altro che immacolata - ha fatto passare un brutto quarto d'ora a chi ha cercato di fermarlo, in particolare un agente di polizia penitenziaria fuori servizio che stava facendo la spesa.
Mancava poco all'orario di chiusura: lo straniero, che tra l'altro pare fosse tutt'altro che lucido per via di qualche birra di troppo - dopo aver gironzolato tra i corridoi traboccanti di prodotti, aveva fatto tappa al bancone della salumeria. Prelevati quattro salami e due coppe se li era nascosti addosso. Manovra maldestra, a dir poco: con i salumi che gli spuntavano dalla camicia s'è diretto verso l'uscita e subito alcuni dipendenti gli si sono parati davanti per non farlo passare. L'uomo si è fatto largo e a quel punto è accorso anche l'agente penitenziario, ma il moldavo nel frattempo era riuscito a «smarcarsi»: dopo aver perso per strada tutta la mercanzia appena rubata ha tentato di prendere il largo.
L'agente gli si è messo alle calcagna e in pochi istanti è riuscito a raggiungerlo lungo viale Piacenza: dopo essersi qualificato, gli ha intimato di fermarsi ma il fuggitivo gli si è rivoltato contro. Il «corpo a corpo» è durato qualche minuto: l'agente era infatti riuscito a immobilizzare il moldavo buttandolo a terra una prima volta. L'uomo pareva essersi finalmente calmato («non faccio più niente, mi arrendo») ma non appena s'era allentata la presa aveva ricominciato a fare il matto cercando di colpire l'agente. Immobilizzato una seconda volta, è stato preso in consegna da una pattuglia della squadra volanti arrivata nel frattempo in viale Piacenza: caricato sulla pantera, è scattato l'arresto.l.f.