Sei in Archivio

ROMA

Arrestati per bancarotta fratelli Cassina,figli conte Arturo

Gdf notifica i domiciliari, distratti 33 mln da società fallite

13 maggio 2014, 13:20

(ANSA) - ROMA, 13 MAG - Gli imprenditori siciliani Luciano e Duilio Cassina, figli del conte Arturo - re della manutenzione delle fogne a Palermo negli anni '70 e cavaliere del Santo sepolcro - sono stati arrestati dalla Gdf di Roma per bancarotta fraudolenta. Avrebbero 'distratto' oltre 33 milioni di euro da due società di costruzioni poi fallite. Luciano e Duilio - rispettivamente di 76 e 69 anni - sono stati messi ai domiciliari dal Gip. Un terzo indagato, Franco Carlos Salerno, è stato portato in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA