Sei in Archivio

LECCE

Estorsione con metodo mafioso,sequestri in Bcc Terra Otranto

Pm Lecce e Ros indagano su rielezione neo presidente Mazzotta

13 maggio 2014, 17:40

(ANSA) - LECCE, 13 MAG - Estorsione aggravata dal metodo mafioso. É l'ipotesi di reato che ha portato Dda di Lecce e carabinieri a sequestrare atti e computer nella Banca di Credito Cooperativo di Terra d'Otranto. Gli investigatori e il pm Carmen Ruggiero indagano sulle recenti elezioni per il rinnovo del Cda. Il sospetto è che vi siano state pressioni sui 1950 soci per favorire la vittoria della lista del presidente uscente Dario Mazzotta, rieletto con 1147 voti rispetto ai 525 del candidato Giulio Ferreri Caputi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA