Sei in Archivio

fidenza

Centinaia di ragazzini in Duomo. Il vescovo: dare senso alla vita

Preghiere, canti e riflessioni sui valori, poi la festa in piazza Grandi

15 maggio 2014, 09:17

Centinaia di ragazzini in Duomo. Il vescovo: dare senso alla vita

In trecento, tutti insieme al vescovo Carlo Mazza, per «aprire la porta della vita», come recitava il titolo del convegno dei ragazzi delle scuole medie, arrivati in duomo da tutte le parrocchie della diocesi fidentina.
Il convegno è stato organizzato dall’Ufficio catechistico diocesano, di cui è responsabile Fausto Negri con Madre Luisa, in collaborazione con l’Ufficio pastorale giovanile retto da don Stefano Bianchi. Erano presenMti anche don Bogdan, don Stefano Bolzoni, don Francesco Villa e don Remo Toscani. Il convegno giovanile si è aperto con un momento di accoglienza, con la presentazione e i canti. Quindi è stato proiettato un video-provocazione, davanti al quale i ragazzi si sono posti la domanda del cuore: «Ma c’è una porta che mi fa entrare nella vita e mi dà la felicità?». La risposta è arrivata dalla testimonianza di alcuni giovani saveriani: «La felicità esiste, ma perchè sia possibile, occorre passare dalla porta della vita. E la chiave è un segreto: “C’è più gioia nel dare che nel ricevere”».
Dopo il canto «Sei come vento», è stato proclamato il Vangelo. I ragazzi attenti e in silenzio, hanno quindi ascoltato le parole del vescovo monsignor Carlo Mazza, che li ha fatti riflettere proprio su come riuscire ad entrare nella porta della vita, arrivando ad essere felici insieme al Signore. La preghiera, la benedizione, il mandato, hanno concluso il momento in cattedrale. Il 27° convegno diocesano dei ragazzi, è stato anche una bella occasione per stringersi in un affettuoso abbraccio intorno al vescovo Carlo Mazza, che tanto ama i «suoi» giovani. Il piccolo esercito di ragazzi si è poi trasferito in piazza Grandi, dove è andata in scena una grande festa, per scoprire la «felicità» dello stare insieme. S.L.