Sei in Archivio

Ditelo al veterinario

Filariosi: indispensabile la profilassi stagionale

Risponde Angelo Gresia

15 maggio 2014, 09:25

Filariosi: indispensabile la profilassi stagionale

Gentile dottore,
l’altro giorno parlando al parco con altri proprietari di cani mi è venuto in mente che l’anno scorso ho saltato completamente la profilassi per la filaria.
Onestamente il mio cane sta bene anche se sono un po’ in ansia temendo che possa essersi ammalato. Quando farò controllare il sangue sono certo di sapere che non abbia la filaria? Devo incominciare subito la profilassi e che tipo di medicine Lei mi consiglia? Grazie.


Caro lettore, approfitto della domanda per affrontare nuovamente l’importante argomento della profilassi contro la filariosi cardiopolmonare: si tratta infatti di un endoparassita che viene veicolato allo stadio di microfilaria all’interno dell’organismo animale dal morso della zanzara.
Esso, completato il suo ciclo di sviluppo, può raggiungere la lunghezza di circa 25 cm andandosi a localizzare elettivamente a livello cardiaco e nell’arteria polmonare.
E’ quindi importante proteggere gli animali da questa patologia, che se trascurata può condurre inevitabilmente al decesso i nostri cani.
Nel suo caso, non avendo trattato il cane durante l’estate scorsa, è assolutamente consigliabile effettuare un accurato controllo del sangue prima di iniziare la profilassi. Esistono in commercio test rapidi in grado di rilevare la presenza del parassita con una buona accuratezza.
Per quanto riguarda invece la somministrazione di farmaci, esistono diverse opzioni, a mio parere da valutare a seconda della zona in cui vive il cane e dalle abitudini dello stesso:
il veterinario può somministrare in un’unica iniezione un farmaco che protegga dalla filaria per un anno ed è consigliabile per tutti coloro i cui cani vivono in zone con permanente presenza di zanzare, viceversa, per chi abita in zone in cui le zanzare sono presenti solo nei mesi estivi, è possibile somministrare mensilmente prodotti microfilaricidi nel periodo da maggio ad ottobre.
La profilassi mensile va incominciata in concomitanza o comunque poco dopo la comparsa degli insetti e va continuata per oltre un mese dalla loro scomparsa.
Nel dubbio è opportuno somministrare il farmaco una volta in più di ciò che potrebbe essere necessario.