Sei in Archivio

itas

Progetto Comenius: il Bocchialini in Francia

Protagonisti gli alunni della classe 3° E

15 maggio 2014, 21:05

Progetto Comenius: il Bocchialini in Francia

Il progetto Comenius “New Farm” vede protagonisti gli alunni della classe 3E dell’ITAS Bocchialini insieme agli alunni francesi della scuola “Lycée d'enseignement agricole privè Blain-Derval” nella regione dell'Alta Loira e agli alunni svedesi della scuola “Nordvik Höga Kusten Kompetens AB” del Västernorrland nella parte Nord della Svezia. 

Dal 7 'all'11 aprile, accompagnati dal Dirigente scolastico Prof. Olivati e dai docenti Prof.ssa Pellicanò, Prof. Botti e Prof. Delbono, gli alunni delle tre delegazioni si sono incontrati nel delizioso villaggio di Derval Francia in occasione della prima mobilità.
Gli alunni hanno presentato le ricerche effettuate durante l’anno scolastico riguardanti il progetto comune "New ways for the future in agriculture realized by a model” 2013-2015.
La classe 3E ha lavorato sui temi dell’impronta carbonica delle filiere legate all’allevamento bovino da latte, analizzando l’impatto delle varie modalità di coltivazione, di produzione degli alimenti zootecnici e di trasformazione del latte in formaggio. E’ stato realizzato un video sulla produzione di Parmigiano-Reggiano. Lavorando per questo progetto, gli studenti hanno inoltre potenziato le loro conoscenze informatico-multimediali producendo numerosi e differenziati prodotti che hanno ben illustrato le potenzialità e le possibili alternative ecosostenibili del settore agricolo nella provincia di Parma. Gli alunni francesi hanno presentato ricerche sulle varie modalità di lavorazione del suolo ed il loro impatto sulla produzione di gas serra, mentre gli alunni svedesi hanno studiato l’impatto del trasporto, del confezionamento e delle modalità di vendita e di consumo degli alimenti.
In programma anche la visita alla città di Nantes, l’escursione nell'affascinante baia di Mont Saint Michel, la visita allo stabilimento di produzione di attrezzi e macchine agricole Kuhn, mentre presso la scuola ospitante si sono svolte prove di abilità nell’uso di trattori ed escavatori.
Nella fase finale delle attività, che si concluderà l’anno prossimo, verrà realizzato il progetto di un modello di azienda agraria che riduce l’impatto sul Riscaldamento Climatico ed il relativo plastico.
La modalità collaborativa adottata attraverso l’utilizzo della lingua inglese costituisce il punto di forza di questo progetto europeo per le scuole superiori. Gli alunni delle tre diverse nazionalità hanno avuto modo inoltre di confrontarsi sulle loro abilità multimediali e nella padronanza delle abilità informatiche . Il cordiale scambio che continuerà attraverso un sito dedicato e una pagina Facebook ha contribuito ad avvicinare realtà scolastiche e territoriali diverse accumunate però dalla comune matrice europea. Seconda tappa delle mobilità previste in programma l'incontro il prossimo Settembre a Nordivik Svezia e il prossimo anno gli alunni svedesi e francesi saranno accolti presso l’Istituto Tecnico Agrario Bocchialini di Parma.