Sei in Archivio

sfida

Scuola e sicurezza: le priorità per Noceto

Toccati anche temi come i servizi sociali e l'ambiente. A Borghetto il primo confronto tra Fecci, Malvisi, Matrella e Pellegrini tra programmi e appelli al voto

di Samuele Dallasta -

15 maggio 2014, 09:22

Scuola e sicurezza: le priorità per Noceto

NOCETO - Al circolo di Borghetto il primo confronto tra i 4 candidati alla carica di sindaco. Nel corso della serata hanno esposto i programmi. Il primo è stato Fabio Fecci, della lista «Liberi e uniti per il paese»: «Scuola, sociale e sicurezza saranno le priorità. Lavoreremo molto sull’ambiente, a maggiori interventi nelle frazioni e per una viabilità sicura». Successivamente Martino Malvisi, di «Noceto Nuova», ha sottolineato: «Realizzeremo una democrazia partecipata per vedere se i cittadini approveranno le delibere comunali che comportano spese significative». Poi Guido Matrella, per «NOCETOfutura»: «Porremo attenzione su sociale, scuola, verde, politiche abitative e sicurezza. Proporremo una no tax area per far ritornare imprenditori e lavoro sul territorio». Infine Giuseppe Pellegrini, sindaco uscente, di «Noceto prima di tutto»: «Lavoreremo su verde, strade, edifici pubblici, tariffe dei servizi, riduzione delle tasse, sicurezza, tangenziale e contributi alle frazioni».
Dopo i programmi, l'appello ai cittadini. «Sono sempre stato a disposizione della gente - ha detto Fecci -. Abbiamo fatto cose importanti e attuato una politica del fare. Noceto è un paese ricco, ci impegneremo a fare in modo che venga fatto il necessario per il bene del paese». E Pellegrini ha ribadito: «Abbiamo tagliato, ridotto e sofferto insieme. Oggi il bilancio è a posto, siamo pronti per un lavoro serio e consapevole. Senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini, miglioreremo il paese lavorando per tutti».
«In 15 anni l’amministrazione - ha sottolineato Malvisi - ha fregato i cittadini con grandi opere fatte e non. Hanno usato i soldi pubblici per ottenere scarsi risultati. Noi siamo gli oppositori e dobbiamo impegnarci per cambiare il governo dell’ente». Infine, Matrella: «Avremo uno stile radicalmente diverso che a Noceto non si vede da 20 anni durante i quali l’amministrazione ha trasudato la politica e il populismo del centrodestra. Dimostreremo che siamo preparati agendo per il bene del paese».