Sei in Archivio

pd

«La Ue punti su solidarietà pace e integrazione»

La tappa parmigiana della capolista Alessandra Moretti

di Beppe Facchini -

16 maggio 2014, 09:49

«La Ue punti su solidarietà pace e integrazione»

Difesa all’operato del Governo Renzi e prospettive future per un’Europa «finora in mano a partiti conservatori, che ha smarrito quegli ideali di pace, solidarietà e integrazione sui quali è invece fondata». Sono questi gli argomenti al centro della tappa parmigiana di Alessandra Moretti, capolista del Pd nella circoscrizione Nord-Est per le elezioni europee del prossimo 25 maggio, ospite ieri, alla Caffetteria La Pulcinella, dei democratici locali.
L’imminente tornata elettorale, secondo l’ex vicesindaco di Vicenza, alla Camera dopo le Politiche del 2013, rappresenta «la sfida più importante del momento, visto il distacco sempre più profondo tra cittadini e istituzioni dopo vent’anni di promesse e pochi fatti». Quelli del Governo guidato da Matteo Renzi, invece, stanno già portando a risultati importanti per Alessandra Moretti, che cita il cosiddetto Job Act per semplificare e aiutare l’occupazione, il “pacchetto sobrietà” per limitare i costi della politica e gli stipendi dei manager, i famosi 80 euro in busta paga promessi in tempi non sospetti e la riforma del Senato per «evitare il ping pong tra camere e rendere più competitivo il Paese».
«Questo governo sta facendo cose di sinistra» ha quindi sottolineato la Moretti, per la quale votare il Pd tra dieci giorni «è determinante per non fermare questo processo di cambiamento e innovazione e fare dell’Europa un’unione basata su crescita e sviluppo, piuttosto che su bilanci e austerità». Ma a Bruxelles, se eletta, l’esponente del Pd è pronta pure ad affrontare temi come l’immigrazione, «perché finora l’Italia è stata lasciata sola anche dal punto di vista economico», e soprattutto il lavoro.
“Uniformità fiscale” e “salario minimo europeo” le proposte già in programma per favorire l’occupazione, oltre al progetto di “un fondo per i giovani costituito dalle risorse comunitarie inutilizzate”.
Intervistata dal giornalista di Tv Parma, Giovanni Cola, alla presenza del segretario provinciale del Pd, Alessandro Cardinali, di quello cittadino, Lorenzo Lavagetto, e della consigliera regionale, Roberta Mori, Alessandra Moretti, dal primo capoluogo italiano amministrato dal M5S, ha infine lanciato un messaggio a Beppe Grillo: «Le cose si possono cambiare facendo proposte e non denigrando le istituzioni. Anche in Europa servono forze politiche serie, basate su etica e moralità, piuttosto che in grado solo di dare spettacolo: il 25 maggio, un voto al Movimento 5 Stelle è un voto sprecato, soprattutto perché senza far parte di una grande famiglia europea si riesce a fare ben poco».