Sei in Archivio

Ciclismo

Agnoli: "Ho gridato io 'terroni'"

Il ciclista dell'Astana afferma di essere stato frainteso.

16 maggio 2014, 17:40

Agnoli:
Ha un nome e un volto il ciclista del Giro d'Italia che durante la tappa di giovedì ha gridato ‘Terroni' durante il passaggio della Carovana Rosa nel centro abitato di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno.
 
Il video ha fatto il giro del web e scatenato una certa indignazione, ma l'atleta dell'Astana Valerio Agnoli, autore del gesto, ha un'altra versione dei fatti,spiegata su Facebook.
 
“Purtroppo si è sentita solo quella parola, ma non volevo offendere nessuno. Ce l'avevo con i miei compagni che mi chiamano ‘Terrun'. Proprio a loro stavo dicendo 'Mi sono terrone'”. Non volevo offendere nessuno, sono molto legato al Sud. Soprattutto a Messina, terra del mio compagno Nibali”. 
 
Agnoli, originario di Alatri (bassi Lazio) sostiene la tesi dell'equivoco ma non risparmia una critica ai tifosi: “Quando passiamo nei centri cittadini non sputate ai corridori.Rispetto”.
 

Agnoli: