Sei in Archivio

sorbolo

Cesari: «Solo con noi Sorbolo potrà cambiare»

Il candidato sindaco della lista civica sostenuta da Pd, Patto per Sorbolo e Volontà Sorbolese

di Cristian Calestani -

16 maggio 2014, 19:59

Cesari: «Solo con noi Sorbolo potrà cambiare»

«Non abbiamo bisogno di poltrone a tutti i costi. Siamo una lista civica - sostenuta da Pd, Patto per Sorbolo e Volontà Sorbolese - con un’età media di 36 anni che punta sulla partecipazione dei cittadini per dare attuazione alla voglia di cambiamento emersa dalle primarie del Pd». E’ con queste parole che Nicola Cesari, nell’infuocato clima elettorale, ha presentato la lista «Democratici e civici per Sorbolo».
«Altri - ha detto riferendosi alla lista di Angela Zanichelli – ci hanno definito un gruppo di burattini e burattinai. Non è stato un atto educato ma noi rispondiamo con le nostre idee dimostrando di voler superare vecchi personalismi. Abbiamo formato una lista per il paese, non contro qualcuno. All’origine di tutto poniamo la partecipazione, vogliamo passare dal palazzo alla piazza per confrontarci con la gente». Poi la parola è passata ai candidati consiglieri. «Qualcuno ha detto che la nostra è una lista di centrodestra - ha detto Giovanni Rignanese -. Se così fosse guardandomi allo specchio, per il mio passato politico, non mi sarei riconosciuto. In verità questa è una lista che sposa le idee di rinnovamento e ampliamento della base elettorale emerse chiaramente con il verdetto delle primarie». Sono poi stati presentati i punti salienti del programma: di spazi per ragazzi ha parlato Cristina Valenti, mentre Francesco Degli Angeli si è soffermato sulla necessità di trovare una nuova collocazione per il centro giovani e sull’idea di istituire un discobus per i ragazzi della Bassa. Del recupero di feste, come quella della focaccia a Bogolese o la fiera di Enzano, ha parlato Michele Ghidoni, prima dei propositi di Eleonora Colla di introdurre «tavoli di lavoro per trattare le tematiche sportive». Il ritorno in politica di Sandra Boriani passa attraverso «l’ascolto delle famiglie, l’impegno con la scuola e per i servizi educativi oltre che nell’incentivo della formazione professionale», mentre Gilda Re si è soffermata sulla cultura: «Si potrebbero ideare dei calendari condivisi con i paesi vicini per organizzare al meglio gli eventi». Sull’importanza del dialogo costante con le associazioni ha riflettuto Stefano Margini, mentre Marco Comelli ha lanciato l’idea di un «Marchio Sorbolo» per promuovere il territorio. Aumento di videosorveglianza e illuminazione pubblica le proposte di Elona Demi per aumentare la sicurezza; una maggiore cura del verde pubblico il tema affrontato da Ilaria Soncini. Infine Sauro Ferrari ha presentato il concetto di Sorbolo Smart city. A tirare la volata a Cesari c’erano Mara Morini («in Nicola vedo la luce di chi ama un territorio»), e il consigliere regionale Gabriele Ferrari: «Cesari è il numero uno. Questa volta sarà lui a dover far gol per andare al governo». Infine il chiarimento del neo nominato segretario del Pd Enrico Mari: «Sono uscite tante indiscrezioni: il candidato del Pd a Sorbolo è Cesari».