Sei in Archivio

Calciomercato

Fair Play, maximulta a City e Psg

E' ufficiale, i due club dovranno pagare una multa di 60 milioni di euro e vedranno ridursi da 25 a 21 il numero di giocatori nella lista Uefa per la prossima Champions.

17 maggio 2014, 01:00

Fair Play, maximulta a City e Psg
Sono arrivate, come previsto, le pesanti multe a Manchester City e Paris Saint Germain dopo la violazione del Fair Play finanziario imposto dall'Uefa.
 
I due club dovranno pagare una multa di 60 milioni di euro e vedranno ridursi da 25 a 21 il numero di giocatori nella lista Uefa per la prossima Champions. Oltre alle due big, sono altre sette le società sanzionate, anche se in maniera minore: Galatasaray, Zenit, Bursaspor, Anzhi, Rubin Kazan, Trabzonspor e Levski Sofia.
 
Il City sul proprio sito ufficiale ha già risposto alla multa: "Il club può confermare che è stato in trattativa con la UEFA nel corso dell'ultimo mese  come è stato ampiamente riportato e comunicato dalla UEFA. Al centro di queste discussioni c'è un disaccordo fondamentale tra il club e le rispettive interpretazioni della UEFA sui regolamenti del FFP sui giocatori acquistati prima del 2010. Il club ritiene di aver rispettato le regole su questa ed altre questioni. La spesa del club sui nuovi giocatori per la finestra di trasferimento della prossima estate, al netto degli incassi sui giocatori che potrebbe vendere, sarà limitato a 60 milioni di euro", è la nota riportata da Sportmediaset.

Fair Play, maximulta a City e Psg