Sei in Archivio

LISTA CIVICA

Giovanelli: «Medesano può ripartire con Ghidini»

16 maggio 2014, 21:54

Giovanelli: «Medesano può ripartire con Ghidini»

MEDESANO
Michele Giovanelli, consigliere uscente con delega alle Politiche giovanili, ha voluto chiarire i motivi che, dopo 10 anni di amministrazione nel gruppo «Liberi e Uniti per il paese», lo hanno portato, prima ad uscire dalla maggioranza, ed ora a candidarsi con «Medesano Insieme» che propone Riccardo Ghidini come sindaco. «Sono sceso in campo con la mia serietà e la mia esperienza di amministratore nel campo delle politiche giovanili, del mondo sportivo locale e del volontariato, schierandomi al fianco di Ghidini perché lo ritengo un uomo di assoluto valore, competente, determinato e con le qualità giuste per ricoprire il ruolo di sindaco. Mentre i nostri competitor hanno faticato a chiudere la lista inserendo terze o quarte scelte, noi abbiamo creato una lista civica altamente competitiva con all’interno personalità importanti».
Parlando del programma elettorale di «Medesano Insieme», spiega: «Abbiamo come principio fondante la condivisione delle scelte e degli obiettivi. Al centro della nostra attività ci sono le persone, chi vive Medesano e le sue frazioni. Abbiamo un programma ambizioso, concreto ed onesto, che non illude con false promesse. In momenti di difficoltà economica come questo si deve avere l’onestà intellettuale di dire le cose come stanno, senza creare illusioni parlando di ampliamenti di vari edifici pubblici o di costruzioni di caselli autostradali, quando abbiamo una viabilità imbarazzante in alcuni punti strategici del territorio. Una grande differenza con il passato verrà adottata già nella prima delibera di giunta del nostro mandato, con la riduzione del 20% dello stipendio di sindaco e amministratori. Questo farà risparmiare circa 130 mila euro in cinque anni, somma che andrà poi reinvestita nell’ambito dell’imprenditoria locale, a favore di coloro che sapranno creare nuovi posti di lavoro: sarà il primo di una serie di interventi rivolti a rilanciare la nostra economia. Dal 26 maggio programmeremo, con cadenza semestrale, incontri nelle frazioni, per ascoltare le loro problematiche, convinti che “ascoltare” sia un verbo importante per chi vuole amministrare».
Poi Giovanelli aggiunge: «Vogliamo riavvicinare la gente agli enti locali, far innamorare le persone e far si che possano ritornare ad appassionarsi di politica. Dare a Medesano un ruolo di primaria importanza nell’ambito geopolitico della nostra zona. Negli occhi dei miei compagni di squadra vedo tanto amore e tanta passione per un territorio che ci ha visto crescere, vedo tanta umiltà, caratteristica che in questo mondo non tutti hanno. In loro, e soprattutto in Riccardo Ghidini, rivedo l’energia propulsiva che può far ripartire Medesano. Per amministrare abbiamo bisogno della nostra gente, dei suoi consigli, delle osservazioni costruttive. Insieme possiamo dare una spallata definitiva al vecchio modo di fare politica. Tantissime persone desiderano fortemente il cambiamento. Voltiamo pagina, facciamolo insieme».G.L.