Sei in Archivio

EUROPEE

Il fornovese Rossi: «Contare a Bruxelles»

16 maggio 2014, 21:51

Il fornovese Rossi: «Contare a Bruxelles»

FORNOVO
Francesco Rossi, fornovese. candidato alle Europee per il Movimento 5 stelle, interviene sulla sua scelta: «Ho deciso di candidarmi con il Movimento 5 Stelle perché si tratta di un voto politico, di valenza nazionale ed europea. E’ una scelta tra due sistemi opposti fra loro, quello della politica partitocratica, che da decenni promette grandi riforme e che nella sostanza ha portato questo Paese al fallimento economico e, soprattutto, morale. Dall’altra parte il Movimento 5 Stelle si pone come alternativa radicale ai partiti, oltre la destra e la sinistra, è una forza politica post-ideologica, basata su una piattaforma programmatica e senza legami con lobby e sistemi di potere. In Europa - puntualizza - il Movimento 5 Stelle intende chiedere l’immediata abolizione del fiscal compact e dei trattati connessi, simboli di un'impostazione autoritaria e unicamente finanziaria dell’attuale Unione Europea. Se Bruxelles non sarà disponibile a rivedere questa struttura basata sul potere della banche, allora cominceremo a raccogliere le firme in Italia un referendum consultivo sulla permanenza o l’uscita dall’euro. In Europa metteremo in discussione il sistema capitalistico ed ultraliberale che ha creato disuguaglianza e tensioni sociali, porteremo finalmente le istanze che mai nessun partito italiano ha avanzato: tutela dell’ambiente e difesa del territorio, piano per la progressiva dismissione degli impianti di incenerimento e delle centrali nucleari, cancellazione delle grandi opere inutili (come la Tav), riforma della Pac per il sostegno ad un'agricoltura sostenibile. Vogliamo riportare la democrazia e la partecipazione anche a Bruxelles». Do.C.