Sei in Archivio

bardi

Mandelli: «Competenza e professionalità per Bardi»

Candidato sindaco per «Il presente per il futuro» con una squadra rafforzata

di Erika Martorana -

16 maggio 2014, 20:00

Mandelli: «Competenza e professionalità per Bardi»

Se gli si chiede perché ha deciso nuovamente, a cinque anni di distanza dalle ultime amministrative, di ricandidarsi a sindaco di Bardi, Giancarlo Mandelli, che capeggia la lista «Il presente per il futuro», non ha dubbi: «E’ stata una scelta condivisa con gli amici con i quali, proprio cinque anni fa, avevo vissuto quest'esperienza, motivata dall’amore per questo territorio, che mi ha permesso di diventare consigliere comunale e così di poter entrare della macchina dell’amministrazione pubblica. La squadra, in questi anni, si è consolidata ed arricchita di competenze e persone nuove. Nulla - ha specificato ancora Mandelli - è casuale o improvvisato. Sono consapevole delle difficoltà che ci aspettano, ma non mi spavento».
Potenzialità «Conosco bene le mie capacità ed i miei limiti - ha proseguito ancora Mandelli -, così come quelli del mio team, ma, altrettanto bene, conosco le potenzialità inespresse di questo territorio. Metto, dunque, a disposizione dei cittadini la mia esperienza e propensione al sacrificio, che mi hanno permesso di ottenere grosse soddisfazioni, da giovane, come atleta, e, successivamente, come agricoltore, ed ora, come imprenditore, nel settore del commercio dove, con mia moglie, gestisco un’azienda - la “Verdi Promesse” - in cui lavorano 19 persone».
Competenze «Sono presente - ha sottolineato Mandelli parlando di sé - nel mondo dell’associazionismo, all’interno dell’Unione Parmense degli Industriali, in cui ho svolto incarichi nel gruppo delle piccole imprese; nell'Ascom, dove sono vicepresidente di Federmoda Parma; nei Lions, nei Veterani dello sport e nell’Accademia della Cucina. Sono, inoltre, sponsor del Parma calcio. Penso che queste conoscenze e competenze - ha puntualizzato - possano offrire un valido contributo alla crescita di questo territorio montano e, conseguentemente, migliorare la qualità di vita dei bardigiani, ma non solo. La mia squadra è motivata e preparata in base a competenze reali e sostenuta da un attaccamento al territorio: due fattori indispensabili per amministrare un Comune come Bardi, in un periodo di difficoltà e di grandi cambiamenti che ci attendono».
«Credo - ha aggiunto Mandelli, a proposito del suo modo di far politica - che il dialogo con i cittadini sia, per il futuro, l’arma vincente. Per questo, per farci conoscere meglio e informarli dei nostri obiettivi, ho inviato a casa di tutti gli elettori una lettera, che sta arrivando in questi giorni, dove mi permetto di esprimere delle considerazioni, che ho firmato di mio pugno, proprio per dimostrare un segno di vicinanza e di impegno futuro, come modo diverso di avvicinarsi ai cittadini. Il mio gruppo ed io riteniamo di poter creare un futuro migliore per noi e le prossime generazioni, iniziando a risolvere i problemi del presente che tutti conosciamo, senza fare le solite promesse che regolarmente non vengono mantenute; garantiamo, invece - ha concluso con convinzione -, l’impegno di una squadra che si saprà relazionare con i cittadini e le istituzioni e che fra cinque anni potrà dire: “Abbiamo vinto”».