Sei in Archivio

POLESINE

Maratona di handbike nel «Mondo Piccolo»

Un centinaio gli iscritti che correrrano sulla ciclabile «Bici Parma Po»

di Paolo Panni -

16 maggio 2014, 22:09

Maratona di handbike nel «Mondo Piccolo»

POLESINE
Dalla Svizzera alla Sicilia, saranno quasi un centinaio (95 per la precisione gli iscritti a ieri) gli atleti che domenica nel «cuore» della Bassa Ovest parteciperanno alla ottava edizione della «Mondo piccolo handbike maraton», gara in linea di 42 km per handbike che si terrà lungo la pista ciclabile «Bici Parma Po».
L’iniziativa è promossa dalla Polisportiva Gioco Parma con la collaborazione di Federazione ciclistica italiana e Comitato italiano paralimpico ed è realizzata col patrocinio di Regione, Provincia, dei Comuni di Polesine, Zibello, Roccabianca, Sissa-Trecasali, Colorno e col contributo di Aipo, Transmec Group, Smtp, Diemme Arredamenti, Caseificio Cacciali Graziano, Pattini, La Boutique delle carmi e dei salumi, Colorno Baseball, Tipografia Bernardi. Main sponsor: Fondazione Intesa Sanpaolo, Nestlè Motta. Partnership: Anmic, Enaip Parma e Gazzetta di Parma.
Divenuto un appuntamento ormai tradizionale, quest’anno presenta una grossa novità. Se nelle prime sette edizioni la maratona partiva da Polesine e arrivava a Colorno, quest’anno la chiusura del ponte di Gramignazzo ha reso inevitabile una modifica del percorso.
Quindi a Polesine saranno fissati sia la partenza (alle 10.30, con ritrovo degli atleti alle 9) sia l’arrivo (verso le 11.35 i primi) e il terzo tempo con le premiazioni e il pranzo nella palestra comunale.
Il Comune di Polesine, oltre alla palestra, metterà a disposizione i locali del municipio, della scuola primaria e della materna, cucine comprese, con tutte le modifiche e gli adattamenti necessari per agevolare gli atleti in carrozzina nell’accesso agli spogliatoi e alla palestra.
Nell’iniziativa saranno coinvolti anche gli alunni della scuola primaria e delle medie, che faranno da tutor agli atleti.
I partecipanti, una volta partiti da Polesine, attraverseranno gli abitati di Vidalenzo, Zibello, Pieveottoville, Ragazzola, Roccabianca. Il percorso sarà chiuso e sorvegliato, per la massima sicurezza degli atleti. La prova sarà valida per il campionato nazionale di società e per il campionato regionale di handbike.
«Il percorso – ha spiegato Bruno Orlandini della Polisportiva Gioco – è stato stravolto ma ne acquisisce comunque in termini di sicurezza». Lo stesso Orlandini ha anche evidenziato quelle finalità di socializzazione e di integrazione che la manifestazione persegue, in linea anche con gli obiettivi della società promotrice. Ha inoltre evidenziato l’elevato numero di iscritti e ringraziato i numerosi volontari che, col loro impegno, garantiscono il successo della manifestazione.
Walter Antonini, responsabile dell’agenzia provinciale per lo sport si è quindi soffermato sulla bellezza e sulle suggestioni che il percorso, nel cuore della Bassa, è in grado di offrire. «Percorsi – ha detto – accessibili a tutti, abili e non, che possono unire sport, turismo, cultura e risorse economiche del territorio. E’ anche una bella opportunità – ha detto – per vedere in zona gli sport paralimpici».
Bruno Pezzini, assessore del Comune di Roccabianca, a sua volta ha evidenziato la bellezza e le eccellenze della zona che sarà attraversata ed ha ringraziato i volontari che si adoperano per la manifestazione, auspicando che questa possa proseguire anche in futuro.