Sei in Archivio

terenzo

Rossi: «Il futuro di Terenzo dentro l'Unione Montana»

Il candidato: «dispiaciuto per le strumentalizzazioni»

di Valentino Straser -

16 maggio 2014, 19:57

Rossi: «Il futuro di Terenzo dentro l'Unione Montana»

Daniele Rossi 53 anni, sposato, due figlie di 12 e 14 anni, è il candidato sindaco della lista «Terenzo: futuro con orgoglio». Dopo aver iniziato la sua carriera lavorando per la Provincia di Milano, Rossi ha maturato più di trent’anni di esperienza come esperto di marketing e comunicazione. Un lavoro che lo ha portato a confrontarsi con molti temi, dalla finanza alla gestione delle risorse umane, dalla produzione ai modelli organizzativi e alle vendite, in diversi comparti e per molte aziende nazionali e globali. «Il confronto anche vivace nel merito dei problemi non mi spaventa - ha sottolineato Rossi -, sono molto più dispiaciuto per le strumentalizzazioni. E' stato detto che vogliamo trasferire il Comune: è una bugia colossale. È stato detto che rifiutiamo Fornovo nell’Unione ed è totalmente falso. Infondere paura e illudere è una tattica che fa leva sul malcontento, ma che rischia di danneggiare seriamente i cittadini: uscire dall’Unione significa perdere contributi pubblici indispensabili per Terenzo. E riprendersi la gestione degli acquedotti è vietato dalla legge e non sostenibile economicamente, soprattutto pensando agli investimenti obbligatori che dovremo effettuare. Dovremo usare le nostre competenze e la capacità di dialogo politico per far sentire la nostra voce. E non vogliamo solo affrontare meglio i problemi quotidiani - ha proseguito -, ad esempio costituendo un fondo apposito per realizzare piccole opere in collaborazione con cittadini volontari. Vogliamo pensare ad un futuro di rilancio del nostro territorio puntando sull’energie rinnovabili, facendo rinascere le nostre tradizioni artigiane, valorizzando le risorse ambientali e culturali, promuovendo la vendita dei prodotti tipici».
Rossi ha concluso: «Abbiamo costituito una lista di candidati animati da grande voglia di fare, ognuno dei quali diventerà responsabile di un progetto specifico». La lista si presenterà domani a Selva Castello, sabato a Bardone, domenica a Palmia e martedì a Casola.