Sei in Archivio

Top news

Di Natale-Samp finisce 3-3

18 maggio 2014, 01:00

Di Natale-Samp finisce 3-3
Udinese-Sampdoria 3-3. Nel nome di Antonio Di Natale i friulani chiudono al Friuli il loro campionato pareggiando contro una Sampdoria mai doma. Il capitano dei bianconeri realizza una tripletta che gli permette di raggiungere quota 17 reti in campionato, 193 in serie A e di superare Kurt Hamrin nella classifica dei marcatori di tutti i tempi in serie A, mettendo nel mirino Roberto Baggio. L'attaccante campano trova la terza marcatura a tempo scaduto, dopo le reti di Okaka, Eder e Soriano per la squadra di Sinisa Mihajlovic.

Tante emozioni a inizio partita, con Gabbiadini, Bruno Fernandes e Soriano pericolosi in rapida successione. Al minuto 10 passano gli ospiti con Okaka: cross dalla sinistra di Gabbiadini e stacco di testa del centravanti, lasciato colpevolmente solo, pallone sotto la traversa e quarto gol in campionato dell'ex Roma.

Al quarto d'ora Di Natale impegna Fiorillo e, al 26', pareggia con una punizione al bacio. Dopo sei minuti il capitano dei friulani si ripete: Mustafi scivola in maniera clamorosa e regala praterie a Pereyra che supera Fiorillo per poi mettere al centro un pallone facile per Totò che appoggia in rete di esterno destro. La squadra di Francesco Guidolin conclude a spron battuto la prima frazione, con un'occasione per Pereyra e tre palle gol per Di Natale, scatenato.

Nella ripresa, però, si risveglia la Sampdoria: al 53' pareggia Eder lanciato in profondita da Okaka, due minuti dopo arriva il 3-2 ospite. Altro assist di Okaka che questa volta in contropiede serve in profondità Soriano che supera Brkic e insacca di sinistro a porta vuota, risultato che si ribalta per la seconda volta.

La seconda parte della ripresa è una costante battaglia tra Di Natale e Fiorillo, con il capitano dell'Udinese che, dopo diverse occasioni, riesce a trovare il 3-3. Regalo incredibile del sampdoriano Wzsolek che da centrocampo fa un assist al bacio per Totò che si presenta solo davanti a Fiorillo battendolo con un rasoterra di destro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA