Sei in Archivio

via raimondi

I condomini bloccano le ladre in ascensore e le fanno arrestare

Avevano già rubato in uno degli appartamenti. Refurtiva e "attrezzi del mestiere" nascosti in una intercapedine

17 maggio 2014, 12:56

I condomini bloccano le ladre in ascensore e le fanno arrestare

Le hanno bloccate all'interno dell'ascensore e hanno aspettato l'arrivo della polizia. Un intero condominio mobilitato per permettere l'arresto delle due ladre che avevano appena compiuto nell'appartamento di due anziani, portando via diversi gioielli. E' accaduto ieri pomeriggio in via Raimondi, quartiere Montanara, e a finire in manette sono Z.B., 22 anni, senza fissa dimora, e A.K., ventunenne, domiciliata a Torino, entrambe di origini croate, con diversi precedenti per reati contro il patrimonio e diversi alias.

Gli strani movimenti della coppia di ladre erano stati notati da alcuni abitanti del palazzo. In particolare, una residente dopo aver sentito suonare il campanello ha aperto la porta e visto scappare le due verso i piani inferiori. E ha capito subito qual era la tecnica: accertarsi, tramite il campanello, che nessuno fosse in casa per poi  procedere alla forzatura della serratura senza essere disturbate.

A questo punto i condomini si sono attivati, impedendo alle due donne di uscire dall’ascensore dove si erano nel frattempo rifugiate.
All’arrivo della Polizia dopo pochi minuti, gli agenti le hanno bloccate e hanno trovato, nascosti nell’intercapedine che protegge l’illuminazione a neon dell’ascensore, due cacciaviti, una chiave inglese ed alcuni monili: anelli, orecchini, una collana d’oro. Su un pianerottolo sono comparsi inoltre un portafogli e un cofanetto contenente gioielli.
Il sopralluogo all’intero stabile ha permesso di scoprire che al secondo piano vi era la porta di un appartamento aperta, con la serratura forzata e parzialmente danneggiata.
Dalla perquisizione personale è spuntato  anche un prezioso anello “trilogy”.
Attese per oggi l’udienza di convalida per l’arresto ed il giudizio per direttissima.