Sei in Archivio

Calcio

Amauri porta il Parma in Europa

Parma-Livorno 2-0, il Torino pareggia. Esplode la festa al Tardini e in città - Foto

18 maggio 2014, 23:08

Amauri porta il Parma in Europa

"Avete lottato su ogni pallone. E' così che vi vogliamo la prossima stagione". All'inizio di Parma-Livorno i tifosi crociati esprimono il loro sostegno alla squadra e l'apprezzamento per la stagione che si chiude stasera. C'è ancora un posto da assegnare per l'Europa League: il Parma è in corsa ma bisogna che il Torino non vinca in casa della Fiorentina. 

Il primo tempo finisce 0-0. Così non basta per entrare in Europa League: in questo momento sarebbe il Torino a qualificarsi (reti inviolate anche a Firenze). 
Comunque non è finita: ci sono ancora 45 minuti per lottare. 

E nella ripresa, al 17esimo, Amauri fa il gol. In quel momento vale l'Europa, visto che la Fiorentina vince 1-0 sul Torino. Ma pochi minuti dopo il Toro pareggia e la classifica cambia di nuovo. 
Finale al cardiopalma, con il Torino che ottiene un rigore al 94°. Ma il portiere della Fiorentina lo para. E alla fine la classifica decreta che sarà il Parma a ottenere il sesto posto e la qualificazione ai preliminari di Europa League. 

UN MINUTO DI TREPIDAZIONE, POI ESPLODE LA FESTA. AL TARDINI E IN CITTA'. TIFOSI IN PIAZZA GARIBALDI. Quando Parma-Livorno è finita mancava ancora un minuto al termine di Fiorentina-Torino. I giocatori sono rimasti in campo e fra gli spalti è calato il silenzio. Chi aveva una radiolina, seguiva la partita che poteva fare la differenza fra la qualificazione all'Europa League o meno. Al triplice fischio finale di Firenze, con il Torino fermo sul 2-2 (e un rigore parato a tempo quasi scaduto, che ha fatto tremare i tifosi parmigiani), al Tardini è esplosa la festa. Fra i giocatori sono spuntate le maglie con la scritta "Siamo in Europa".
Tripudio dei tifosi, cori e canti. Nel frattempo, tifosi in auto hanno iniziato a girare per la città suonando il clacson in segno di festa. Infine "tutti in piazza" per festeggiare. Fra piazza Garibaldi e via Cavour sono arrivati tanti tifosi che hanno cantato e festeggiato questo risultato. 

Video: ancora un minuto... "oohhh"... poi è festa al Tardini
Video: "Magico Parma", i tifosi in festa al Tardini

DONADONI: "RISULTATO DI CIO' CHE HA FATTO QUESTO GRUPPO". “Questa qualificazione è il risultato di ciò che ha fatto questo gruppo, è stata un’annata meravigliosa frutto di un lavoro a 360 gradi. Un errore come quello di Cerci si fa fatica a comprenderlo, però devono parlare i ragazzi dell’impresa fatta oggi. Eravamo concentrati su quello che dovevamo fare, Cassano un pò meno perchè era più attento a quello che succedeva altrove”. L'allenatore Roberto Donadoni commenta con toni pacati che gli sono abituali l’ingresso del Parma (licenza Uefa permettendo) in Europa. “Abbiamo sofferto - aggiunge dai microfoni di Sky -, il Livorno ha onorato il campionato e non è venuto a fare scampagnate. Sapevamo che non dipendeva solo da noi, noi avevamo l'obbligo di vincere e ce l’abbiamo fatta. E’ un grande risultato, che il presidente voleva nell’anno del Centenario ed è una coincidenza fantastica. Amauri? è la fotografia del suo campionato, gli ho detto che è nato per fare gol e ne ha fatti due. E’ la risposta da parte di un giocatore che ha giocato meno e che è stato decisivo”. 


AMAURI FELICISSIMO: SODDISFAZIONE "DOPO UN DURO LAVORO, DOPO TANTA SOFFERENZA". 
"Non ho parole, sono riuscito a segnare questo gol e sono felicissimo. Non vedevo l’ora di entrare, poi ci sono riuscito e ora sono felicissimo. Dopo tanta sofferenza segnare questo gol e portare il Parma in Europa è una cosa grandissima". Così Amauri ha commentato, ai microfoni di Sky Sport, la vittoria ottenuta contro il Livorno e la conseguente qualificazione in Europa League grazie alla doppietta messa a segno proprio dal centravanti italo-brasiliano. "Sono felice per la mia famiglia, per i tifosi, per tutti - dice, mentre i famigliari lo raggiungono a bordo campo -. Sono soddisfatto, dopo un lavoro duro, dopo tanta sofferenza". Infine, Amauri risponde così a chi gli chiede del suo futuro: "Io voglio giocare questa coppa ma di questo parleremo più avanti".

CASSANO: "COMPRATE LA BARI". Alla fine della partita Antonio Cassano ha indossato come tutti la maglia "Il sogno è diventato realtà" ma alla fine del primo tempo il suo pensiero è andato al Bari. Rientrando negli spogliatoi, prima di infilare il tunnel, il fantasista del Parma si è tolto la casacca ed ha sfoderato di fronte alle telecamere la maglia "Comprate la Bari", il tormentone che in questi giorni sostiene il club pugliese a rischio fallimento.  

 

Parma-Livorno minuto per minuto sul nostro sito

Fiorentina-Torino 2-2


La vigilia della partita: festa in Cittadella

Foto - Video

 


Ampi servizi sulla Gazzetta di Parma in edicola lunedì 19 maggio