Sei in Archivio

Top news

Seedorf sbotta: "Con me esagerate"

18 maggio 2014, 03:40

Seedorf sbotta:
Clarence Seedorf, alla vigilia dell'ultima di campionato del Milan e, secondo molti, dell'ultima partita che lo vedrà come allenatore della squadra rossonera, non ci sta più.

"Non parlo più del presidente, quelle sul mio futuro sono domande che vanno fatte alla società - sbotta l'olandese -. Ho altri due anni di contratto, mi pare che il futuro sia questo. Non ho intenzione di comunicare con il club attraverso i media, non devo dire niente a nessuno. Sono 23 anni che vivo in questo mondo e spesso mi capita di leggere cose inventate. Amo l'Italia, ma alcuni meccanismi di comunicazione qui sono sbagliati. In quattro mesi penso che abbiate esagerato nei miei confronti".

"Come allenatore di questa squadra mi sono divertito molto e ho imparato moltissimo. Alti e bassi ci sono stati, ma sono orgoglioso di aver visto una squadra vogliosa di reagire e in grado di mettere in campo uno spirito combattivo. I punti che abbiamo raccolto nel girone di ritorno sono dignitosi e se li è guadagnati questo gruppo, che ha sempre cercato di dare tutto. Ho fatto degli errori, li conosco e attraverso tali errori ho cercato di crescere. E' sbagliando che è possibile maturare e migliorare".

Su Balotelli, che dopo aver visto la propria casa svaligiata si è lamentato su twitter ("Mi sento vuoto"), l'allenatore rossonero taglia corto: "Mario uomo simbolo del futuro della squadra? Per dirlo è molto presto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA