Sei in Archivio

SQUADRA MOBILE

Truffatrice seriale finisce nella rete

Auto, cellulari e computer non pagati: denunciata una parmigiana 45enne

di Luca Pelagatti -

18 maggio 2014, 12:29

Truffatrice seriale  finisce nella rete

Cellulari, computer, persino automobili. Non c'è oggetto di valore a cui F.S. non sia interessata. Ad una condizione però: di non pagarli. Limitandosi a tante promesse e una raffica di parole.
Ma la donna, definita una truffatrice seriale dagli uomini della Sezione antirapine della Mobile, questa volta è finita nei guai: e tutto per un cellulare che un ventunenne di Parma aveva messo in vendita inserendo un annuncio su un sito. Il ragazzo, convinto di recuperare trecento euro dalla vendita dello smartphone, era rimasto favorevolmente impressionato quando ha ricevuto una telefonata da una possibile acquirente. Che gli ha dato appuntamento in un bar per perfezionare l'affare. Al momento dell'incontro la donna ha controllato l'oggetto, ha simulato un cauto interesse e poi ha giocato la carta: «Per me sta bene. Il telefono mi piace ma a patto di poterlo pagare con un bonifico bancario. Per questo, per ricompensarti di questo favore, invece di pagartelo i trecento euro che tu mi chiedi te ne darò trecentoventi». L'articolo completo nella Gazzetta in edicola