Sei in Archivio

parma in europa

Donadoni: "Grande risultato. Non parlo di futuro"

Su Amauri: "È la fotografia del suo campionato, gli ho detto che è nato per fare gol e ne ha fatti due".

19 maggio 2014, 02:00

Donadoni:
Roberto Donadoni preferisce non sbilanciarsi sul futuro: "Adesso non devo cadere nel solito discorso di dover rispondere io alle cose che dicono altri. Qui c'è un ottimo rapporto, meraviglioso con il presidente e con Leonardi. Abbiamo sempre ragionato insieme e ci godiamo un ottimo risultato. Ora penso solo ad essere un allenatore del Parma perché dire qualcosa in una serata del genere sarebbe un suicidio. Quando si tratta della propria vita e professione è giusto che ognuno decida per se stesso, sono felice di quello che mi ha dato il Parma, ho un contratto e io intendo onorarlo". L'allenatore del Parma è nel mirino del Milan.
 
Su Amauri: "È la fotografia del suo campionato, gli ho detto che è nato per fare gol e ne ha fatti due. È la risposta da parte di un giocatore che ha giocato meno e che è stato decisivo".
 
La festa per l'Europa League: "Eravamo concentrati su quello che dovevamo fare, Cassano un po' meno perché era più attento a quello che succedeva altrove. Abbiamo sofferto, il Livorno ha onorato il campionato e non è venuto a fare scampagnate. Sapevamo che non dipendeva solo da noi, noi avevamo l'obbligo di vincere e ce l'abbiamo fatta. È un grande risultato, che il presidente voleva nell'anno del Centenario ed è una coincidenza fantastica".

Donadoni: