Sei in Archivio

TOKYO

Fukushima: 90% lavoratori fuggì dalla centrale nucleare

Nel momento della crisi, capo impianto richiamò dirigenti

20 maggio 2014, 13:56

(ANSA) - TOKYO, 20 MAG - Quasi tutti i lavoratori Tepco, tra cui i dirigenti che avrebbero dovuto gestire gli incidenti, ignorarono gli ordini e fuggirono dalla centrale di Fukushima nel momento più acuto dell'emergenza nucleare di marzo 2011. Sui timori che il contenitore principale di un reattore fosse stato distrutto, circa 650 lavoratori, il 90% dei 720 presenti, fuggirono malgrado l'ordine del capo del sito, Masao Yoshida, morto nel 2013. Fu proprio lui a raccontarlo dicendo anche di averli richiamati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA