Sei in Archivio

il caso

Il camper bruciato? Rubato a due tedeschi: «Un'odissea»

Il caravan era stato parcheggiato sabato in via San Leonardo e dato alle fiamme poco dopo a Eia. Il racconto di chi li ha aiutati: «Ore di giri a vuoto e burocrazia infernale»

di Georgia Azzali -

20 maggio 2014, 18:36

Il camper bruciato? Rubato a due tedeschi: «Un'odissea»

Sembrava un «giallo». Ma nel giro di poche ore del mistero non è rimasto nulla. Come del mega camper consumato dalle fiamme. Ve lo ricordate? Quel rogo che sabato scorso ha divorato un costosissimo caravan pareva nascondere chissà quali retroscena su cui fare luce. E, invece, tutto parte da un furto (uno dei tanti, anche se un po' più azzardato) per finire in una storia di ordinaria maledetta burocrazia. Con tanto di lieto fine, però. Perché, come a volte accade, quando tutto va storto, c'è qualcuno che ti dà una mano senza pretendere nulla.

Come hanno potuto sperimentare i proprietari del camper, due pensionati tedeschi di 67 anni in giro per il Belpaese. Derubati e tornati in patria dopo un giorno e mezzo tra amarezza e sconforto.
Da un mese percorrevano l'Italia: da Nord a Sud e ritorno. E proprio in viaggio verso casa quell'idea di fermarsi a Parma. ...Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma