Sei in Archivio

GRAMIGNAZZO

L'assessore Peri promette: «In arrivo i soldi per il ponte»

20 maggio 2014, 17:45

L'assessore Peri promette: «In arrivo i soldi per il ponte»

«I soldi per il ponte di Gramignazzo arriveranno. La Regione sta valutando alcuni strumenti con i quali mettere a disposizione le risorse necessarie per garantire la riapertura del ponte nel più breve tempo possibile». E’ questo il messaggio portato a Gramignazzo - ai candidati sindaco Nicola Bernardi di Sissa Trecasali e Marco Antonioli di Roccabianca - dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alfredo Peri che sta seguendo, insieme al collega alla Sicurezza territoriale Paola Gazzolo, il caso del ponte. «La Regione - ha dichiarato Peri - ha già investito 200 mila euro per i primi interventi di messa in sicurezza. Sono a Gramignazzo per ribadire l’impegno della Regione nel mettere a disposizione le altre risorse che servono per sistemare il ponte, infrastruttura indispensabile per la viabilità di interesse provinciale. Riteniamo che occorra fare ogni sforzo per restituire l’infrastruttura alla collettività e già nelle prossime settimane, nei prossimi mesi al massimo, contiamo di chiudere il cerchio della parte amministrativa per poi dedicarci con la Provincia alla parte progettuale e alla realizzazione dell’intervento». Come noto servono un milione e 100 mila euro per la riapertura del ponte ai veicoli, seppur con alcune limitazioni. «Stiamo cercando di scegliere lo strumento più rapido tra quelli possibili per far arrivare le risorse necessarie» ha ribadito Peri. Soddisfatti Bernardi e Antonioli. «La Provincia a giorni avrà pronto il progetto - ha aggiunto Bernardi - che sarà messo in bando con riserva dell’ottenimento delle risorse proprio per non perdere tempo. Inoltre, secondo quanto ha assicurato l’assessore provinciale Andrea Fellini, tra una decina di giorni potrà essere autorizzato ufficialmente il passaggio ciclo-pedonale». Rassicurato dalle parole di Peri anche Antonioli: «Ognuno per la propria parte sta facendo l’impossibile per ridurre i tempi di intervento in modo da arrivare prima dell’inverno alla riapertura del ponte».c.cal.